Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, più differenziata e meno rifiuti. Finita pulizia strade

0
CONDIVIDI
Intensificata la raccolta rifiuti a Varazze
Recco, più differenziata e meno rifiuti. Finita pulizia strade

Nella città di Recco, c’è più differenziata e meno rifiuti. Completata la pulizia delle strade. Tredici chilometri di vie pedonali. 

I dati della raccolta dei rifiuti indifferenziati si mantengono in un trend in costante diminuzione rispetto al 2021, anche nell’ultimo mese. L’Ufficio Ambiente del Comune di Recco comunica che la quota di residuo secco conferito in discarica nel mese di settembre 2022 è di 109.500 kg a fronte di 138.890 kg raccolti a settembre 2021. La differenza è di ben 29.390 kg in meno di materiale non riciclabile.

«Già nel settembre 2021 avevamo segnato un buon balzo in avanti rispetto al 2020   ̶   commentano il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore all’ambiente Edvige Fanin   ̶   ma il dato di settembre 2022 è ancora più significativo perché registrato in coincidenza con i quattro giorni di festa dell’8 settembre, la presenza di circa 50mila persone in città e gli stand di ristorazione dei Quartieri che hanno funzionato a pieno regime.

Il risultato è positivo grazie allo sviluppo del porta a porta che diffonde tra i cittadini un’attenzione maggiore al tema della sostenibilità ambientale». Il sindaco Gandolfo e l’assessore Fanin sottolineano quanto sia importante la corretta separazione dei rifiuti domestici in modo da limitare la produzione di quelli che saranno conferiti in discarica. 

Terminata la pulizia delle strade pedonali in Recco. 

Si è appena conclusa, l’ultima campagna di sfalcio e pulizia di tutte le strade e percorsi pedonali del territorio della città di Recco. Una ditta specializzata ha eseguito tutte queste operazioni di pulizia.

Si tratta del terzo intervento   ̶   il quarto nelle aree più critiche   ̶   programmato dal Comune dopo quello primaverile e quello estivo. E’ stato eseguito il taglio della vegetazione insediata sulla superficie della pedonale. Il taglio delle erbe infestanti e dei rovi. La pulizia delle canalette per convogliare le acque meteoriche e trasporto del materiale in discarica.

«L’operazione   ̶   affermano Gandolfo e l’assessore al verde pubblico Caterina Peragallo   ̶   punta a garantire la sicurezza di chi percorre le strade. Ringraziamo inoltre coloro che collaborano nel tenere in ordine il suolo pubblico adiacente le proprie abitazioni».

Per assicurare la piena fruibilità del territorio quest’anno, e per la prima volta, l’Amministrazione comunale ha programmato tre successive campagne di sfalcio del verde pubblico per ogni singola zona cittadina, a differenza di quanto avveniva negli anni scorsi in cui era prevista una sola attività di pulizia e riqualificazione del territorio. ABov