Home Cultura Cultura Genova

Recco, il rito del Confeugo nel segno della tradizione ligure

0
CONDIVIDI
Recco, il rito del Confeugo nel segno della tradizione ligure

Nel segno della tradizione ligure si rinnova il rito del “Confeugo” a Recco.

Si rinnova a Recco l’antico e suggestivo rito del Confeugo sabato 11 dicembre 2021. Si rafforza anche, il gemellaggio nato nel 1956 con la comunità dalignese, proprio sotto il grande abete natalizio dono del Comune di Ponte di Legno.

L’accensione del ramo di alloro, in segno di buon augurio, sarà preceduta alle 15.30 dal corteo della Filarmonica Rossini, con partenza da piazzetta Nostra Signora del Suffragio e arrivo in Piazza Nicoloso.

Alle ore 16 nella piazza del Comune avrà inizio la tradizionale cerimonia del Confeugo. L’araldo Andrea Carretti leggerà i “mugugni” dei cittadini agli amministratori locali, le lamentele ma anche richieste e suggerimenti raccolti in questi giorni nella apposita buca delle lettere sistemata presso la Pro Loco.

Quindi il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore alle Tradizioni popolari Francesca Aprile saluteranno i presenti rivolgendo loro gli auguri di buone feste. Seguirà l’accensione dell’alloro, simbolo augurale di vecchia tradizione, sulla piazza del Comune illuminata dal grande abete natalizio.

«Il tradizionale appuntamento del Confeugo è uno dei momenti identitari della nostra comunità   ̶   dice il sindaco Carlo Gandolfo   ̶   e rappresenta una delle tante occasioni di comunicazione con i cittadini. Risponderò a tutti rigorosamente in genovese, naturalmente auspico fiamma alta e fumo bianco in segno di buon auspicio per il 2022». ABov

Recco, il rito del Confeugo nel segno della tradizione ligure