Home Cronaca Cronaca Genova

Quasi due etti di eroina nascosti dietro il frigo: tunisino arrestato

0
CONDIVIDI
Eroina (foto di repertorio)

La polizia ieri sera ha arrestato un 32enne tunisino, pluripregiudicato e mai rimpatriato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Lo straniero è stato identificato da una volante mentre transitava in via Gramsci a bordo di un’auto con altri tre connazionali. Mostrandosi un po’ troppo nervoso durante il controllo ha destato sospetto negli agenti che gli hanno chiesto se aveva qualcosa da nascondere.

Il 32enne ha consegnato spontaneamente circa 7 grammi di hashish e 110 euro che teneva in tasca, occultando volontariamente un mazzo di chiavi e mentendo sull’indirizzo.

Dopo alcuni accertamenti gli agenti hanno ipotizzato che queste chiavi potessero essere di un appartamento a Certosa presso il quale il pusher aveva eletto domicilio in passato per scontare un periodo di arresti domiciliari.

Giunti in Via Brin e appurato che le chiavi aprissero veramente quell’alloggio si è proceduto a perquisizione.

Già in bella vista appena entrati gli agenti hanno trovato un bilancino e 170 euro, mentre ben nascosto dietro la serpentina del frigorifero c’era un panetto da 170 grammi circa di eroina.

Lo spacciatore tunisino è stato rinchiuso in carcere a Marassi.