Home Cronaca Cronaca La Spezia

Proseguono serrati i controlli della capitaneria della Spezia

0
CONDIVIDI
Proseguono serrati i controlli della capitaneria della Spezia

Proseguono serrati i controlli in mare da parte della capitaneria di porto della Spezia che, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”.

La capitaneria anche nello scorso week ha messo in campo una task force composta da diverse squadre a terra e mezzi a mare nell’intera giurisdizione litoranea.

Controlli mirati sulle attività di locazione e noleggio sono stati in particolare svolti nei confronti di unità da diporto sia all’interno dell’Area Marina Protetta delle Cinque Terre che nel resto del Compartimento Marittimo, con il fine di accertare eventuali violazioni alle norme del Codice della Nautica da Diporto e della Navigazione.

Sono state due le sanzioni amministrative elevate nell’area Marina Protetta per violazioni al Regolamento dell’Area.

In particolare il comandante di un’imbarcazione di poco inferiore ai 24 metri è stato sanzionato per l’eccessiva velocità, di poco superiore ai 33 nodi accertata all’interno della zona C e per la contestuale mancanza della prevista autorizzazione per svolgere l’attività di noleggio rilasciata dall’Ente Parco.

A Portovenere il personale militare ha sanzionato un’unità da diporto per esercizio abusivo di attività commerciale (noleggio) elevando una sanzione di quasi 2.600 € al trasgressore e ulteriori 160€ per la mancanza di alcune certificazioni di bordo.

I controlli della guardia costiera hanno interessato anche gli stabilimenti balneari.

In particolare a Monterosso uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Levanto hanno sottoposto a controllo 9 tra strutture balneari e spiagge attrezzate elevando una sanzioni amministrativa dell’importo di 1032 € per l’accertava violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare, nella fattispecie consistente nella mancanza di alcune dotazioni presso la postazione di salvataggio.

Particolare attenzione è stata riposta anche per i controlli in materia di velocità in mare, con la pattuglia del Nucleo Operativo della capitaneria di Porto della Spezia che ha effettuato oltre 40 controlli con il “barcavelox” alle unità in uscita/ingresso dal Porto di La Spezia non rilevando infrazioni.

In materia di controlli sul diporto, a Lerici il personale dell’Ufficio Locale Marittimo ha effettuato 24 controlli senza rilevare violazioni alle normative di settore, mentre la motovedetta CP 2094 della Capitaneria spezzina ha sorpreso un diportista che navigava nella baia di Portovenere senza la necessaria copertura assicurativa, per lui il sequestro del motore ed una sanzione di quasi 900 €.

Sette invece i bollini blu rilasciati ai diportisti più virtuosi che hanno superato con esito favorevole i controlli della Guardia Costiera e che consentiranno alle unità di evitare, di massima, futuri ed analoghi controlli.

Domenica 7 luglio, invece, la sala operativa della guardia costiera di Largo Fiorillo ha coordinato il complesso dispositivo nautico messo in campo per garantire la sicurezza della navigazione e salvaguardia della vita umana in mare durante lo svolgimento della 38^ edizione della “Coppa Byron” sul percorso  Portovenere – San Terenzo.

Super lavoro, quindi, per il personale e mezzi sia della guardia costiere che della fpolizia che ha presidiato l’intero percorso di gara.

Particolarmente impegnativa l’attività operativa necessaria ad evitare interferenze del traffico mercantile e diportistico con la competizione, soprattutto durante le fasi di attraversamento dei varchi portuali da parte dei nuotatori.

Proseguono serrati i controlli della capitaneria della Spezia: il Barcavelox