Home Economia Economia Genova

Profughi, un bando della Regione per strutture ricettive: 80 euro a persona

0
CONDIVIDI
Regione Liguria, grazie ai fondi di Protezione Civile, ha aperto il bando per individuare strutture ricettive, anche agriturismi, da destinare all'ospitalità temporanea
Regione Liguria, grazie ai fondi di Protezione Civile, ha aperto il bando per individuare strutture ricettive, anche agriturismi, da destinare all'ospitalità temporanea

“Regione Liguria, grazie ai fondi di Protezione Civile, ha aperto il bando per individuare strutture ricettive, anche agriturismi, da destinare all’ospitalità temporanea della popolazione ucraina in arrivo in Liguria”. Ad annunciarlo il governatore Toti e gli assessori alla Protezione civile e al Turismo Giampedrone e Berrino in merito all’arrivo dei profughi ucraini.

“Un piano di Protezione Civile di prima accoglienza – hanno aggiunto il presidente Toti e l’assessore Giampedrone – che si aggiunge alle due strutture ex Covid e che sarà di supporto delle Prefetture.”

Le strutture ricettive potranno indicare il periodo di disponibilità che andrà dall’1 aprile al 31 dicembre, mentre i contratti saranno attivati per una durata minima di 30 giorni e massima di 90 giorni e potranno essere rinnovati.

La tariffa massima riconosciuta per il servizio di pensione completa ammonta ad 80 euro al giorno per persona.

Le offerte presentate dovranno essere al ribasso all’importo massimo indicato e una riduzione dell’importo proposto per l’ospitalità di bambini inferiori ai 10 anni.

Per ogni posto letto messo a disposizione e non utilizzato sarà riconosciuto un importo pari al 30% della tariffa aggiudicata.

Decreto Ucraina, accesso al SSN e alle professioni mediche per i profughi