Home Cronaca Cronaca Genova

Policlinico San Martino | Il Cba diventa laboratorio per l’analisi dei tamponi

0
CONDIVIDI
Il CBA all'interno del San Martino

Ad ora sono 40 i ricoverati in Malattie Infettive, 43 nelle 3 rianimazioni del Policlinico + 7 pazienti in sub intensiva, 30 al Padiglione 10, 84 al Padiglione 12, 28 al 5° piano della palazzina laboratori, 48 quelli gestiti al 1° piano del Pronto Soccorso, 11 al Maragliano.

E’ stato convertito un laboratorio per la ricerca del CBA, in uso dalla Direzione Scientifica, in laboratorio utile a processare tamponi, a supporto dell’operatività del team del professor Icardi. Circa 220 i tamponi che verranno processati al giorno nel nuovo spazio.

Tampone per il coronavirus (foto di repertorio)

Il dottor Francesco Copello, direttore dell’Unità Operativa Medicina del Lavoro, comunica che ad oggi, su 402 tamponi eseguiti sul personale operativo nell’emergenza in Ospedale, solo 28 sono risultati positivi.

Grazie all’attività di reperimento della Direzione Amministrativa, con il sostegno del dottor Sossai direttore del Servizio di Prevenzione e Protezione, sono oggi disponibili in Ospedale: 13.320 mascherine FP2, 2.540 FP3, 25.000 mascherine chirurgiche, 45.000 guanti in vinile, 105.000 sovra scarpe.

Mentre Axpo Italia ha stamani certificato la sua donazione al progetto di fundraising #GenovaPerSanMartino finalizzata all’allestimento di nuove postazioni per la terapia intensiva, la Sezione di Genova dell’Associazione Nazionale Alpini ha donato e consegnato 400 tute protettive dedicato al personale operativo nelle due rianimazioni.