Home Economia Economia Genova

Piaggio Aerospace, formalizzato contratto con la Difesa per sei P.180

0
CONDIVIDI
Piaggio Aerospace, nuovo contratto con la Difesa per sei P.180

Piaggio Aerospace: formalizzato il contratto con la Difesa per altri sei P.180

Piaggio Aerospace costruisce e fornisce altri sei esemplari del P.180 Avanti Evo alle Forze Armate italiane. L’ordine, era stato annunciato nell’ottobre 2021, in questi giorni passati il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, lo ha formalizzato.

I sei nuovi velivoli si aggiungono ai nove ordinati nel dicembre 2019 e attualmente in fase di produzione. L’acquisto dei nuovi P.180 sostituisce in parte il previsto piano di ammodernamento di 18 dei velivoli attualmente nelle disponibilità di Carabinieri, Esercito, Marina e Aeronautica Militare. Con la commessa annunciata, ammonta a 17 unità il portafoglio ordini per l’Avanti Evo, mentre il backlog complessivo in valore, alla data del 31 dicembre 2021, arriva a circa 446 milioni di euro.

I nuovi aerei recepiranno le avanzate specifiche di configurazione che erano state già definite per il primo ordine, innovazioni che sono o in fase finale di sviluppo o già messe a punto dal team di ingegneri della società ligure. Il contratto, sottoscritto dalla Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità e dallo stesso Commissario Nicastro, ha un valore di circa 55 milioni di euro e prevede che l’azienda produca e consegni i velivoli – tutti destinati al trasporto persone – in un arco temporale di due anni.

«La nuova commessa perfezionata oggi rafforza ulteriormente il portafoglio ordini della società, proprio quando si avvicina il termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti sull’acquisto degli asset aziendali – ha dichiarato da Ginevra dove è in corso il Salone internazionale dell’aviazione d’affari il Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro -. Nel frattempo, continuiamo a lavorare con energia anche sul fronte dei clienti privati, con alcuni dei quali stiamo consolidando l’interesse per il nostro velivolo». ABov