Home Cultura Cultura Genova

Passeggiate a Palazzo Reale sul YouTube del Mibact

0
CONDIVIDI
Passeggiate a Palazzo Reale sul YouTube del Mibact

La cultura non si ferma: sul canale YouTube del Mibact passeggiate speciali per i piccoli a Palazzo Reale di Genova.

Il Museo di Palazzo Reale di Genova partecipa alla campagna la cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i beni e le Attività culturali e per il Turismo, con una serie di contribuiti video dedicati interamente ai bambini dal titolo “Passeggiate a Palazzo Reale” pubblicati sul canale YouTube del Mibact

Le passeggiate sono pensate per i bambini e condotte, ogni volta, da uno di loro. La piccola Chiara introduce il Palazzo Reale di Genova, percorrendo alcuni degli ambienti più suggestivi della magnifica dimora, dalla celeberrima Galleria degli Specchi al Salone da Ballo, dalle splendide terrazze aperte verso il mare al Salotto del Veronese, un autentico gioiello del Barocchetto genovese. Gli altri contributi si concentrano su i singole sale e su i capolavori del Museo: la camera da letto della Regina, la camera da letto del re, la Sala del Trono con i suoi meravigliosi dipinti di Luca Giordano e in particolare la scena di Perseo che sconfigge Fineo con la testa di Medusa; le portantine della Galleria della Cappella; l’affresco di Giovanni Battista Carlone che mette in scena il mito di Prometeo; la manifattura e preziosità della ceramica in particolare dei vasi cinesi di grandi dimensioni posti nella Sala degli Arazzi; la vicenda di Caterina Balbi Durazzo, emblema delle collezioni e capolavoro di Anton Van Dyck. Ogni filmato si conclude con la richiesta di inviare un disegno dell’opera, dell’ambiente, del dettaglio che più di ogni altro ha colpito la sensibilità e la fantasia di chi ascolta. I disegni sono pubblicati di volta in volta sia sul sito del Museo, che sulle stesse pagine social.

Con questa iniziativa il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il dietro le quinte dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di servizi educativi, conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social Facebook, Instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative digitali in atto. Sulla sezione “EDU” della pagina la cultura non si ferma del sito https://www.beniculturali.it/laculturanonsiferma, in continuo aggiornamento, sono inoltre già presenti innumerevoli contenuti creativi e di svago dedicati ai bambini e ai più giovani. Si tratta di una conversione in iniziative virtuali, adattata all’emergenza di marzo, dello spazio 0-18 già da tempo presente sul portale del Mibact.