Home Spettacolo Spettacolo Genova

Parte il Teatro Universitario di Genova

0
CONDIVIDI
Parte il Teatro Universitario di Genova
Marco Martinelli - Foto di Linda Bagnara

Parte il Teatro Universitario di Genova con la stagione “La porta aperta”. Focus su “Una chiamata dantesca per Genova” di Marco Martinelli.

Parte il Teatro Universitario di Genova

IL FALCONE – TEATRO UNIVERSITARIO DI GENOVA

Mercoledì 22 e giovedì 23 settembre 2021
Genova, Rettorato – Balbi 5 e Teatro della Tosse

La porta aperta

Inaugurazione della IV Stagione 2021/22

Il FALCONE – Teatro Universitario di Genova

MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE

Ore 17, Balbi 5 – Aula Magna del Rettorato

Saluti di Federico Delfino, Magnifico Rettore; Lauro Magnani, preside di Scienze Umanistiche;

Stefano Verdino, direttore del DIRAAS

PRESENTAZIONE “LA PORTA APERTA”

Stagione 2021/22 Il FALCONE – TEATRO UNIVERSITARIO DI GENOVA

Marco Martinelli del Teatro delle Albe presenta il progetto “Il Purgatorio dei poeti”

Musicaround Ensemble diretto da Vera Marenco esegue “Musica vocale ai tempi di Dante”

Conduce Angela Zinno, direttore artistico Il Falcone

Ore 21, Teatro della Tosse, piazza Negri

Anteprima regionale del film “The sky over Kybera” di Marco Martinelli

Presenta Maria Dolores Pesce, ildramma.it

Sarà presente l’Autore

GIOVEDÌ 23 SETTEMBRE

Ore 10-13, Teatro della Tosse, piazza Negri

Conferenza organizzativa di Marco Martinelli e gli operatori del Teatro delle Albe Francesca Venturi e Luca Fagioli con i partner di progetto (Teatro Akropolis, Musicaround, Teatro dell’Ortica, Suq Teatro, Teatro della Tosse) e il Falcone – Riservata agli operatori

Ore 17-19, Sala Trionfo – Teatro della Tosse, piazza Negri

UNA CHIAMATA DANTESCA PER GENOVA

Tavola rotonda con Marco Martinelli e i partner di progetto aperta a docenti e studenti delle scuole medie superiori di Genova

L’università di Genova per Dante, comunicazione di Marco Berisso, DIRAAS

Presentazione del libro “Nel nome di Dante. Diventare grandi con la Divina Commedia” di Marco Martinelli (Ponte alle Grazie) a cura di Simona Morando

“Fedeli d’amore”, reading cura degli attori de il Falcone con Silvia Navone e Rita Sorrentino

Parte il Teatro Universitario di Genova
“Nel nome di Dante”, Marco Martinelli – Copertina

Dalla porta aperta è entrato Marco Martinelli.

Il fondatore e regista del Teatro delle Albe lancia “Una chiamata dantesca per Genova” in cui coinvolge l’intera città al confronto con la parola poetica come forma di conforto, educazione, crescita.

L’Università torna in presenza e il Falcone – Teatro Universitario di Genova, presieduto da Roberto Cuppone con la direzione artistica di Angela Zinno, è pronto a incontrare di nuovo gli studenti e il pubblico.

Mercoledì 22 e giovedì 23 settembre 2021, tra il Rettorato in via Balbi 5 e il Teatro della Tosse, avrà luogo la presentazione della Stagione 2021/22 dal titolo “La porta aperta”, la quarta dalla nascita del Falcone.

Due giorni di incontri, musica, musica e reading per avvicinarsi a un anno accademico che vede protagonisti gli studenti dell’ateneo genovese chiamati, se lo vorranno, a uscire dalle aule per vivere il teatro insieme alla città .

Dopo l’esperienza formativa condotta da Gabriele Vacis nel 2018, sarà questa volta Marco Martinelli del Teatro delle Albe di Ravenna il motore dell’esperienza più articolata e coinvolgente, “Il Purgatorio dei poeti”.

Sarà presentata proprio dal suo ideatore mercoledì 22 settembre (ore 17) al Rettorato in via Balbi 5;

dopo i saluti del Magnifico Rettore Federico Delfino, il preside di Scienze Umanistiche Lauro Magnani e il direttore del DIRAAS Stefano Verdino.

La conduzione è di Angela Zinno, direttore artistico de Il Falcone.

Martinelli porterà a Genova una modalità di intervento già sperimentata in cinque anni di manifestazioni, per esempio a Ravenna e Matera nell’anno in cui è stata Capitale europea della Cultura.

Si tratta di una vera e propria “chiamata dantesca” alla città, un invito rivolto a compagnie, associazioni, scuole, singoli cittadini a partecipare a un laboratorio/spettacolo, su come la poesia – parola incarnata, atto d’amore – sia in grado di salvare l’uomo, di illuminarlo e aiutarlo a scalare a montagna, come nel Purgatorio di Dante.

“Il Purgatorio dei poeti” ha ricevuto diversi premi: il Lauro Dantesco ad honorem per aver “portato una città e i suoi cittadini ad essere essi stessi cantiere culturale e strumento di restituzione di una profonda identità dantesca”;

il Premio della Critica dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro; il Premio Ubu per il “miglior progetto curatoriale”.

Il pomeriggio del 22 settembre

Si concluderà con un concerto vocale dantesco a cura di Musicaround, diretto da Vera Marenco.

La stessa sera (ore 21), al Teatro delle Tosse, con la presentazione della critica teatrale Maria Dolores Pesce (dramma.it).

Lei è anche autrice di un libro sul Teatro delle Albe, verrà proiettato in anteprima regionale il film “The sky over Kybera” di Martinelli,

documento della messa in scena, o meglio del “farsi luogo” dell’Inferno di Dante in una periferia degradata di Nairobi, con attori adolescenti kenyoti.

Il giorno successivo, giovedì 23 settembre

Al Teatro della Tosse (ore 10-13) si riuniranno in conferenza organizzativa le compagnie e gli operatori che finora hanno aderito alla “chiamata”:

(Teatro Akropolis, Musicaround, Teatro dell’Ortica, Suq Teatro, Teatro della Tosse).

Martinelli e le stesse compagnie nel pomeriggio (dalle 17 alle 19) apriranno i loro lavori al pubblico;

on il contributo delle comunicazioni di Marco Berisso del DIRAAS (“L’Università di Genova per Dante”), di Simona Morando del DIRAAS, che presenterà il libro di Martinelli “Nel nome di Dante.

Diventare grandi con la Divina Commedia” (Ponte alle Grazie).

Infine le attrici de il Falcone Silvia Navone e Rita Sorrentino, che leggeranno alcuni brani dall’oratorio “Fedeli d’amore”.

Le manifestazioni della quarta stagione de il Falcone rientrano negli obbiettivi strategici della “terza missione” dell’Ateneo genovese.

Sono aperte in primo luogo a tutti gli studenti dell’Università di Genova,

ma anche alla città (compatibilmente con il numero delle iscrizioni e con l’evolversi delle norme relative alle manifestazioni di spettacolo),

Si svolgono grazie al sostegno e alla generosa collaborazione di:

Teatro Akropolis, Teatro della Tosse, Civico Museo Biblioteca dell’Attore, Fondazione Teatro Carlo Felice.