Home Sport Sport Italia

Pallanuoto, i risultati maschili e femminili di A1

0
CONDIVIDI

Con la vittoria rotonda 20-8 sulla Roma Nuoto, la Pro Recco da il via alla tredicesima giornata ed ultima del girone di andata del campionato numero 101 ed è campione d’inverno a quota 39 punti. I primi 17 gol dei bianco celesti sono tutti a uomini pari, ad eccezione del rigori realizzati da Figlioli dopo 17″ del secondo tempo e Di Fulvio al 6′ del primo e del terzo periodo. Il primo ed unico gol della squadra di Rudic in superiorità numerica arriva dopo 28’30” di gioco per mano di Di Fulvio. Manita di Renzuto e sei gol di Di Fulvio; tripletta di Spione e doppietta di Camilleri su rigore per la Roma. Tra i pali si alternano i quattro portieri: due tempi ciascuno Prian e Massaro nel Recco, mentre Di Gregorio prende il posto di Piccionetti nel quarto tempo per i giallorossi. L’Ortigia torna alla vittoria dopo la battuta d’arresto di sette giorni fa in casa con la Pro Recco. La squadra siracusana batte il Posillipo 10-6 alla Scandone di Napoli e chiude il girone di andata al terzo posto con 30 punti. Gara vivace, decisa dal break siciliano di 3-0 piazzato nella seconda metà del terzo tempo da Rossi, Giacoppo e Cassia.

La Lazio riscatta la sconfitta nel derby e al Foro Italico di Roma supera la Rari Nantes Florentia 15-8 con una partita giocata ad alto ritmo per tre tempi (4 gol di Vitale) e una leggera flessione nel finale, giustificata anche dal risultato già acquisito, che ha concesso qualche spazio in più ai gigliati che mantengono comunque un punto di vantaggio in classifica sui romani. Vittoria a sopresa della Rari Nantes Savona che batte 9-7 la Sport Management, ora scavalcata in classifica dall’Ortigia. Decisivi i gol di Patchaliev e Vuskovic nel quarto tempo, entrambi in superiorità numerica. Tutto facile per il Brescia con Trieste: 5-1 in apertura di secondo tempo e 11-3 dopo 40″ dall’inizio del quarto periodo. Finisce 16-5 con cinque gol di Cannella, miglior realizzatore del match. Vittoria preziosa della Iren Genova Quinto 10-8 con la Telimar; i genovesi si assestano esattamente a metà classifica, mentre i siciliani sono in piena zona rossa.
In chiusura di giornata Salerno si aggiudica il derby regionale con la Canottieri Napoli, fanalino di coda. Partita equilibrata e risultato in bilico fino alla fine. I giallorossi salernitani risolvono la partita nei minuti finali con la doppietta di Luongo in superiorità numerica che chiude con 5 gol personali. Il portiere della Canottieri Vassallo gli nega la possibilità del sesto gol parandogli il rigore in apertuta di gara.

A1 maschile

13^ giornata – sabato 8 febbraio

Pro Recco-Roma Nuoto 20-8
CN Posillipo-CC Ortigia 6-10
Iren Genova Quinto-Telimar 10-8
Lazio Nuoto-RN Florentia 15-8
RN Savona-Sport Management 9-7
AN Brescia-PN Trieste 16-5
CC Napoli-Campoluongo Hospital Salerno 10-12  tasmessa da Waterpolo Channel

 

La prima di ritorno del campionato femminile, giunto all’edizione numero 36, si era aperta martedì con l’anticipo tra Kally Milano e L’Ekipe Orizzonte Catania vinto dalle siciliane campionesse d’Italia in carica 22-10.  Le altre quattro partite sono tuttte in programma dalle 18 in poi. La Florentia infligge la decima sconfitta alla Vela Ancona e compie un decisivo balzo in avanti in chiave salvezza. Finisce 11-8 per le biancorosse di Aleksandra Cotti (4 gol di Ten Broek) ma si decide tutto nell’ultimo tempo. Facili vittorie del Padova Padova 16-5 a Rapallo (poker di Ranalli) e della Lifebrain SIS Roma 17-5 a Trieste (4 gol di Avegno e Chiappini). Festeggia anche Verona che grazie al successo 12-7 con il Bogliasco raggiunge la Kally Milano al quarto posto in classifica. La serie A1 femminile si ferma per lasciare spazio alle qualificazioni olimpiche (torneo di qualificazione a Trieste dall’8 al 15 marzo) e torna il 21 marzo con l’undicesima giornata.

A1 femminile

10^ giornata – sabato 8 febbraio

Kally Milano-L’Ekipe Orizzonte 10-22 (giocata il 4 febbraio)
RN Florentia-Vela N Ancona 11-8
PN Trieste-Lifebrain SIS Roma 5-17
Rapallo PN-Plebiscitpo Padova 5-16
CSS Verona-Bogliasco 1951 12-7