Home Sport Sport Italia

Pallanuoto, Brescia batte Recco e vince lo Scudetto

0
CONDIVIDI

Il quarto appuntamento vale lo scudetto 2021. L’AN Brescia batte 11-10 la Pro Recco e interrompe l’egemonia dei liguri che durava da 14 campionati consecutivi. La squadra di Alessandro Bovo gioca bene, soffre nel finale e conquista con merito il secondo scudetto della sua storia. Chiude la serie 3-1. “Adesso festeggiamo per tre giorni”, dice lo storico capitano dei lombardi Christian Presciutti. Al terzo posto la RN Savona che supera 18-13 la Telimar a Palermo, concludendo la serie che la vale la champions sul 2-0.

La partita. Chi temeva che le energie spese 24 ore prima potessero pesare sul match è stato smentito. Nuoto e alta velocità. Niente batterie scariche.
Recco parte subito col piede sull’acceleratore. L’OMR Brescia è un fortino. Dopo due minuti e mezzo e dopo una doppia superiorità fallita Luongo trova il varco giusto per il vantaggio. Brescia la ribalta in fretta con Nikolaidis in più e Renzuto che spinge in rete la palla dopo il rigore fallito e la Pro torna ad inseguire come in gara 3. Pareggia Di Fulvio ma sale la tensione tra i ragazzi di Hernandez; non è finito il primo tempo e Figlioli e Di Fulvio hanno già due falli gravi. I biancoazzurri di Bovo ne approfittano e si portano sul 4-2 con la doppietta di Dolce. Inizia il secondo tempo e Lazic si procura subito il rigore che Cannella trasforma nel +3. Echenique (carambola) e Nick Presciutti (a tu per tu con Del Lungo) ricuciono lo strappo. Ivovic va nel pozzetto per il secondo fallo personale e Brescia torna a +3 sfruttando le superiorità numeriche (nella seconda era fuori Mandic). Anche Renzuto e Gitto hanno due falli da gestire. Del Lungo garantisce le chiusure. Recco a fatica torna a -1; prima Figlioli dal perimetro, poi Aicardi in torsione. 7-6 al cambio campo. Nel terzo tempo la Pro Recco si affida all’estro di Mandic (doppietta) ma l’OMR Brescia è quasi perfetto e con Dolce (altri due gol e fanno 4), Cannella e il capitano Christian Presciutti torna a +3. Ultimo tempo frenetico. Younger marca il -2, Del Lungo risponde da campione a Mandic, Bovo catechizza i suoi a 4’50” dalla fine. I campioni d’Italia tornano a -1 con Figlioli, poi Di Fulvio spreca un’ottima occasione. Brescia soffre e si rifugia nelle mani di Del Lungo. Dalla panchina del Recco Hernandez chiama time out quando mancano 90 secondi. Cennella stoppa l’azione e l’AN respira. Ultimi 30 secondi: va in attacco anche Bijac. Il tiro di Echenique termina sul fondo. Brescia è campione d’Italia. Onore alla OMR.

Le felicitazioni del presidente Paolo Barelli. “Complimenti all’AN Brescia campione d’Italia per aver compiuto un’impresa costruita con lungimiranza, determinazione, passione e programmazione mai scalfite dai molteplici secondi posti in campionato e coppa Italia succeduti proprio contro la Pro Recco, che dominava la serie A1 dal 2006. Complimenti al patron Marco Bonometti, al presidente Andrea Malchiodi, ai dirigenti, allo staff tecnico guidato da Alessandro Bovo e ai giocatori, molti dei quali artefici dei successi del Settebello insieme agli atleti alla Pro Recco cui va il mio plauso per essere, come avviene ormai da vent’anni, protagonisti sia in Italia sia in Europa. Il mio pensiero va anche all’amico Piero Borelli, anima storica del Brescia che starà esultando da lassù. Complimenti per lo spettacolo che ci avete offerto malgrado una stagione drammaticamente complessa, che siamo riusciti a portare a termine grazie all’impegno di tutti e alla sinergia pianificata coi sacrifici di tutte le società. Adesso si va a Belgrado per la Champions. In bocca al lupo. Siete il nostro orgoglio!”.

Le parole del patron dell’AN Brescia Marco Bonometti. “Dodici anni di lotta e sofferenza per me, ma ce l’abbiamo fatta ed è giusto così: siamo una squadra di uomini veri. Abbiamo superato una squadra fortissima con grande merito, dopo quattro partite agonisticamente belle e avvincenti. Una vittoria meritata per questa società e che dedichiamo a tutti i nostri tifosi”.

Le parole del presidente dell’AN Brescia Andrea Malchiodi. “Una gioia incredibile è tanto tempo che aspettavamo questo momento. La dedico a tutti i tifosi bresciani. E’ una giornata storica per noi, tanto attesa ma finalmente è arrivata”.

Le parole del tecnico dell’AN Brescia Alessandro Bovo. “Ogni stagione ci abbiamo creduto, pur con mezzi inferiori rispetto alla Pro Recco. Quest’anno abbiamo alzato il livello tecnico della rosa. Abbiamo giocato questi playoff da grande squadra. Dedichiamo questo scudetto a Piero Borelli. Oggi ho visto una sua foto ed ho pensato a lui e ad un grande regalo da fargli”.

Le parole del portiere dell’AN Brescia Marco Del Lungo. “Volevo lasciare qualcosa a Brescia, perchè a me in dieci anni ha dato tanto. E’ una scelta sofferta cambiare società, ma anche di crescita. Il merito è tutto della squadra che ha giocato dei playoff incredibili. L’ultimo tempo è stato interminabile”.

Le parole del capitano dell’AN Brescia Christian Presciutti. “Non ho parole, sono anni che aspettavo questo momento. Non so chi ringraziare veramente. Abbiamo sofferto in queste quattro gare ma sapevamo che potevamo farcela. Abbiamo battuto una squadra che ha fatto la storia della pallanuoto. Una vittoria che ci dobbiamo godere e poi penseremo alla Champions League”

I complimenti del tecnico della Pro Recco Gabriel Hernandez. “Il Brescia ha meritato lo scudetto, noi no è una questione di attitudine: se non hai fame, se non sei coraggioso, il talento non basta per vincere. In tutte le partite abbiamo commesso parecchi errori individuali mentre il Brescia è stato più concreto”.

 

Finale scudetto – A1 M – al meglio delle cinque partite

Mercoledì 19 maggio
Recco – Piscina Punta Sant’Anna, Pro Recco-AN Brescia gara 1 8-9

Giovedì 20 maggio
Recco – Piscina Punta Sant’Anna, Pro Recco-AN Brescia gara 2 8-4

Martedì 25 maggio
Brescia – Piscina Mompiano, AN Brescia-Pro Recco gara 3 15-13 dtr (11-11)

Mercoledì 26 maggio
Brescia – Piscina Mompiano, AN Brescia-Pro Recco gara 4 11-10

Albo d’oro: dal 1911/12 al 1914 Genova; non disputato fino al 1918; 1918/19 Genova, 1919/20 RN Milano, 1920/21 e 1921/22 Andrea Doria, 1922/23 Sportiva Sturla, dal 1924/25 al 1928 Andrea Doria, 1928/29 Triestina, 1929/30 e 1930/31 Andrea Doria, 1931/32 RN Milano, 1932/33 e 1933/34 RN Florentia, 1934/35 RN Camogli, dal 1935/36 al 1938 RN Florentia, 1938/39 RN Napoli, 1939/40 RN Florentia, 1940/41 e 1941/42 Guf RN Napoli, 1945/46 RN Camogli, 1946/47 Can. Olona, 1947/48 RN Florentia, 1948/49 e 1949/50 RN Napoli, 1950/51 Can. Napoli, 1951/52 e 1952/53 RN Camogli, 1953/54 Roma, 1954/55 RN Camogli, 1955/56 Lazio, 1956/57 RN Camogli, 1957/58 Can. Napoli, 1958/59 al 1962 Pro Recco, 1962/63 Canottieri Napoli, 1963/64 al 1972 Pro Recco, 1972/73 Can. Napoli, 1973/74 Pro Recco, 1974/75 Can. Napoli, 1975/76 RN Florentia, 1976/77 Can. Napoli, 1977/78 Pro Recco, 1978/79 Can. Napoli, 1979/80 RN Florentia, 1980/81 RN Bogliasco, dal 1981/82 al 1984 Pro Recco, 1984/85 e 1985/86 Posillipo, 1986/87 Pescara, 1987/88 e 1988/89 Posillipo, 1989/90 Canottieri Napoli, 1990/91 RN Savona, 1991/92 RN Savona, dal 1992/93 al 1996 Posillipo, 1996/97 e 1997/98 Pescara, 1998/99 Roma, 1999/2000 e 2000/01 Posillipo, 2001/02 Pro Recco, 2002/03 Brescia, 2003/04 Posillipo, 2004/05 RN Savona, dal 2006 al 2019 Pro Recco; 2019/2020 non assegnato, 2020/21 AN Brescia

Ultime 11 finali scudetto
2009-10 (playoff) Savona-Pro Recco 0-3
2010-11 (playoff) Pro Recco-Savona 2-1
2011-12 (playoff) Pro Recco-AN Brescia 2-0
2012-13 (playoff) Brescia-Pro Recco 0-2
2013-14 (playoff) Pro Recco-Brescia 2-1
2014-15 (playoff) Pro Recco-Brescia 3-0
2015-16 (final six) Pro Recco-Brescia 6-4
2016-17 (final six) Pro Recco-Brescia 13-6
2017-18 (final six) Pro Recco-Brescia 8-5
2018-19 (final six) Brescia-Pro Recco 10-11
2020-21 (playoff) AN Brescia-Pro Recco 3-1

Finale terzo e quarto posto – A1 M – al meglio delle tre partite

Mercoledì 19 maggio
Savona – Piscina Zanelli, RN Savona-Telimar Palermo 8-5
Arbitri Savinovic (Cro) e Ricciotti

Mercoledì 26 maggio
Palermo – Piscina Olimpica, Telimar Palermo-RN Savona 13-18
Arbitri Frauenfelder e Calabrò

 

Finale quinto e sesto posto – A1 M

Sabato 15 maggio
Trieste – Polo Natatorio Bianchi, Pallanuoto Trieste-CC Ortigia 13-10

Sabato 22 maggio
Siracusa – Piscina Caldarella, CC Ortigia-Pallanuoto Trieste 9-5

Playout round – utlima giormata

Sabato 29 maggio
Genova – Piscina Albaro, ore 15.00 Iren Genova Quinto-Roma Nuoto
Arbitri D’Antoni e Schiavo
Firenze – Piscina Nannini, ore 18.00 RN Florentia-San Donato Metanopoli
Arbitri Collantoni e Nicolosi