Home Cronaca Cronaca Italia

Ore 18, in Italia 575 morti: incremento in rialzo. Nuovi casi 355: il più basso dal 2 marzo

0
CONDIVIDI
Coronavirus, capo Protezione civile Angelo Borrelli (foto di repertorio)

Sono 22.745 i morti con coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 575. Giovedì l’incremento era stato di 525.

Sono 106.962 i positivi accertati finora e malati di coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 355 (è il più basso dal 2 marzo scorso). Giovedì l’incremento era stato di 1.189.

Sono 42.727 i positivi accertati finora e guariti dal coronavirus, con un aumento di 2.563 rispetto a ieri. Giovedì l’incremento era stato di 2.072.

Il numero dei contagiati totali dal coronavirus accertati finora in Italia (compresi morti, malati e guariti) ha toccato quota 172.434, con un incremento rispetto a ieri di 3.493.

I dati sono stati forniti oggi dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli a Roma.

Ore 18, in Italia 525 morti: incremento in calo (22.170). Nuovi casi 1189: in rialzo (168.941)

Calano ancora i ricoveri in terapia intensiva. Ad oggi sono 2.812, 124 in meno rispetto a ieri. Di questi, 971 sono in Lombardia, 61 in meno rispetto a ieri.

Dei 106.962 malati complessivi, 25.786 sono ricoverati con sintomi, 1.107 in meno rispetto a ieri, e 78.364 sono quelli in isolamento domiciliare.

Inoltre, dai dati diffusi dalla Protezione civile è emerso che sono 33.434 i malati in Lombardia (344 in più rispetto a ieri), 13.585 in Emilia-Romagna (-78), 13.998 in Piemonte (+215), 10.618 in Veneto (-182), 6.583 in Toscana (-30), 3.459 in Liguria (+22), 3.157 nelle Marche (+33), 4.214 nel Lazio (+70), 3.027 in Campania (-91), 1.990 a Trento (-97), 2.656 in Puglia (+31), 1.428 in Friuli Venezia Giulia (+98), 2.139 in Sicilia (+31), 1.942 in Abruzzo (+92), 1.582 nella provincia di Bolzano (-11), 494 in Umbria (-42), 872 in Sardegna (+7), 819 in Calabria (-28), 491 in Valle d’Aosta (-27), 266 in Basilicata (-7), 208 in Molise (+5). Quanto alle vittime, se ne registrano 11.851 in Lombardia (+243), 2.903 in Emilia-Romagna (+60), 2.171 in Piemonte (+77), 1.026 in Veneto (+45), 602 in Toscana (+17), 866 in Liguria (+38), 785 nelle Marche (+21), 332 nel Lazio (+16), 293 in Campania (+7), 342 nella provincia di Trento (+20), 307 in Puglia (+8), 220 in Friuli Venezia Giulia (+3), 190 in Sicilia (+3), 246 in Abruzzo (+3), 234 nella provincia di Bolzano (+9), 57 in Umbria (+2), 86 in Sardegna (+1), 73 in Calabria (+1), 123 in Valle d’Aosta (+1), 22 in Basilicata (+0), 16 in Molise (+0).