Home Cronaca Cronaca Genova

Ordinanza monopattini, Diccap-Sulpl: non può modificare Codice della Strada

0
CONDIVIDI
Monopattino a Genova (foto di repertorio fb)

Casco e limite di velocità a 25 km/h (nelle aree pedonali 6 km/h) e altre regole per i monopattini a Genova con la nuova ordinanza firmata dal sindaco Marco Bucci in vigore dal primo giugno.

Ieri i responsabili del sindacato di Polizia locale Diccap-Sulpl hanno espresso perplessità e inviato a Tursi la seguente missiva.

“Egr. Sindaco e Segretario, ci permettiamo di scrivere queste poche righe per esprimere forti perplessità sull’ordinanza della “DIREZIONE MOBILITA’ E TRASPORTI – UNITA’ DI PROGETTO SMART MOBILITY N. ORM-2021-322 DATA 22/04/2021” con oggetto “LIMITAZIONI DI VELOCITÀ E OBBLIGO DI CASCO PROTETTIVO PER I CONDUCENTI DEI MONOPATTINI ELETTRICI DI CUI AL COMMA 75 DELL’ART.1 DELLA LEGGE 160/2019 SULLA RETE
STRADALE COMUNALE ALL’INTERNO DEL CENTRO ABITATO”.

Ovviamente siamo favorevoli ad una regolamentazione sull’uso di tale velocipede ma, a tutela dei Colleghi, riteniamo che le ordinanze dovrebbero essere applicabili senza mettere in difficoltà gli operatori.

Poiché riteniamo che un’ordinanza non possa modificare una Legge dello Stato, così pensiamo che quest’ordinanza non possa modificare il Codice della Strada.

Non ritenendoci così capaci da giudicare un lavoro dirigenziale, ci siamo permessi di inviare il testo al Ministero per un parere.

In attesa di una risposta autorevole riteniamo possa essere opportuno una sospensione dell’ordinanza per evitare spiacevoli contenziosi riguardo all’errata applicazione dell’articolo171 comma 2 del Codice della Strada.

In attesa di un cortese riscontro, ci permettiamo di far notare che l’art. 2 e seguenti della L.1034/1971 e s.m. e i., sono stati abrogati e quindi potrebbe essere utile indicare nelle modalità del ricorso all’ordinanza il D. Lgs 104 del 2.7.2010 oppure indicare solo i termini e l’autorità a cui ricorrere.

Nella speranza di un accoglimento della richiesta, si porgono cordiali saluti”.