Home Cronaca Cronaca Genova

Omicidio stradale a Pontedecimo, pm: a processo autista bus 63 e automobilista

0
CONDIVIDI
Bus Amt (foto d'archivio)

Un’auto non dà la precedenza e il bus frena bruscamente per evitarla. Una passeggera cade e batte violentemente la testa, morendo dopo tre giorni in ospedale.

La procura di Genova oggi ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio stradale nei confronti di un 44enne genovese e di una 33enne di Serra Riccò.

Il primo è l’autista del bus 63 sul quale viaggiava la vittima e la seconda la conducente dell’auto.

Il tragico episodio era avvenuto il 18 settembre 2018 a Pontedecimo.

Secondo gli inquirenti, a causa di un’iniziale manovra scorretta della donna, le condotte di autista e automobilista avrebbero provocato la morte di Carmela Ruscillo, 84 anni, che viaggiava sul mezzo pubblico.

Subito soccorsa dai volontari del 118, la pensionata era poi deceduta al Galliera.

Sempre secondo quanto ricostruito dall’indagine, l’auto non avrebbe dato la precedenza e il conducente del bus, per evitarla, avrebbe frenato con una manovra definita “troppo brusca” e “inopportuna” facendo cadere la pensionata.

La famiglia della vittima si è affidata a una società specializzata nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini.