Home Cronaca Cronaca Savona

Oggi ad Albenga i funerali dello chef e musicista Piero Soleti

Questa mattina ad Albenga si svolgeranno le esequie del noto personaggio del mondo della musica e della ristorazione della Riviera di Ponente.

0
CONDIVIDI
Piero Soleti (Foto Daros)

Savona. Il mondo della musica e quello della ristorazione sono in lutto per la scomparsa di uno dei suoi protagonisti, Piero Soleti, mancato a Ferragosto a Pietra Ligure all’Ospedale di Santa Corona.

Di origini pugliesi, aveva 79 anni ed era molto noto in tutto il comprensorio ingauno soprattutto come chef, per l’attività di ristoratore essendo stato per tanti anni impegnato in uno dei più noti locali del centro storico ingauno: il Ristorante La Rocca, in via Roma, che gestiva insieme alla moglie Carmela Caruso.

Dopo essere andato in pensione nel 2010 si era dedicato con maggiore impegno e con grande entusiasmo all’ altra sua grande passione, quella per la musica, che ha coltivato per tutta la vita. Piero ha infatti fatto parte negli anni di un gran numero di complessi musicali e bande del comprensorio fra Andora e Finale Ligure ed in particolare delle due bande cittadine albenganesi la Giuseppe Verdi e quella di Pontelungo.

Da giovane aveva svolto l’attività di benzinaio a Diano Marina e di di elettricista a Laigueglia. Poi era riuscito nel 1984 finalmente a dedicarsi alla sua grande passione, quella della cucina e della ristorazione.

Soleti era un uomo gentile e cordiale, disponibile e buono, sempre pronto a collaborare anche nel sociale e nel volontariato. Vero personaggio dinamico e volitivo, molto conosciuto non solo dagli albenganesi, ma anche dai turisti perché simpatico e sempre pronto alla battuta era uno dei pilastri della ristorazione cittadina. Oltre alla moglie Carmela, lascia i fratelli, la sorella, i cognati ed i nipoti.

Ieri nella camera mortuaria dell’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga è stato recitato il rosario, mentre il funerale verrà celebrato questa mattina nel centro storico sempre ad Albenga alle ore 9 e 30, nella cattedrale di San Michele Arcangelo.
La nostra redazione si unisce al dolore dei familiari e degli amici per la perdita di una così cara e grande persona.

CLAUDIO ALMANZI