Home Politica Politica Genova

Muzio: salviamo l’ospedale di Sestri Levante dalle fake news del Pd

0
CONDIVIDI
Ospedale di Sestri Levante (foto d'archivio)

“Salviamo l’ospedale di Sestri dalle fake news del Pd.

Invito i promotori e ispiratori politici della pagina Facebook ‘Salviamo l’ospedale della Val Petronio’ ad uscire allo scoperto e a metterci la faccia, in modo che i cittadini possano rendersi conto di che cosa si tratta e del grado di strumentalizzazione messo in campo dal Partito Democratico su questo tema”.

Lo ha dichiarato ieri il capogruppo regionale e presidente della commissione Sanità Claudio Muzio (Forza Italia).

“Sono cinque anni – ha spiegato Muzio – che questi profeti di sventura divulgano fake news sull’ospedale di Sestri Levante, preannunciando depotenziamenti, svuotamenti e chiusure che puntualmente non hanno luogo.

Ora ci provano con una pagina Facebook dal titolo accattivante, un’esca per fare propaganda politica sfruttando un tema così sensibile e delicato per la vita delle persone, tanto più in un momento drammatico come l’attuale.

Aggiungano per chiarezza e coerenza il simbolo del Pd, così che tutti sappiano che la predica viene dal pulpito di coloro che l’ospedale di Sestri lo hanno svuotato per davvero, quando erano al governo della Regione nel quinquennio 2010-2015.

Per quanto mi concerne, pubblicherò a breve nella mia  pagina Facebook in una rubrica dedicata, documenti alla mano, quello che in questi anni l’attuale amministrazione regionale ha fatto.

In un quadro difficile, con un disavanzo ricevuto in eredità nel 2015 pari a 98 milioni di euro, abbiamo lavorato per invertire la rotta tracciata dal Pd, a partire dall’apertura del reparto a conduzione infermieristica fino all’individuazione  dell’ospedale di Sestri Levante quale nosocomio Covid-19 in grado di dare una risposta sanitaria di altissimo livello ad un problema enorme che ha causato nella nostra Asl oltre cento decessi.

Su questo tema, come di consueto, io ci metto e ci metterò la faccia, affinché venga portata avanti l’attuazione delle previsioni del Piano sociosanitario per l’ospedale di Sestri, a partire dal farne il centro oncologico medico di riferimento per l’intera Asl 4 Chiavarese, fino ad arrivare al potenziamento della riabilitazione, che già oggi rappresenta un’eccellenza assoluta.

Alla fine di questo percorso ognuno potrà poi trarre le sue valutazioni”.