Home Cronaca Cronaca Genova

Marocchino e tunisino sfondano a calci porta negozio e rubano: presi

0
CONDIVIDI
Rumeno tenta di rubare un’ambulanza: arrestato
Polizia (immagine di repertorio)

E’ successo questa notte intorno alle1.30 in via Carloforte a Genova Pegli. Per la reazione dei due, la Polizia ha dovuto usare lo spray al peperoncino

Questa notte i poliziotti delle volanti hanno arrestato un marocchino di 28 anni ed un tunisino di 47, entrambi senza fissa dimora, per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale, denunciandoli  entrambi per il possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere e, solo il 47enne, per la violazione della normativa sull’immigrazione.

Quest’ultimo è stato anche sanzionato per possesso di sostanza stupefacente.

L’intervento della Polizia è stato richiesto da un cittadino che aveva sorpreso i due mentre sfondavano con un calcio la porta d’ingresso di un negozio di frutta e verdura di via Carloforte a Genova Pegli per poi uscirne pochi attimi dopo con alcuni capi d’abbigliamento sotto braccio.

Grazie all’accurata descrizione fornita dal testimone, gli agenti hanno rintracciato i due ladri mentre ancora si trovavano nei pressi, intenti a contare il bottino costituito da numerose monetine, per una somma complessiva di 275 euro. Da un controllo più approfondito è stato altresì rinvenuto, a carico, del marocchino un cacciavite e, a carico del tunisino, un coltello, un involucro contenente sostanza stupefacente e gli indumenti sottratti dal negozio (4 giubbotti).

Entrambi i soggetti hanno opposto una violenta resistenza al controllo con calci e pugni, rendendo necessario l’uso dello spray capsicum.

Una volta accompagnati in Questura sono emersi numerosi precedenti specifici a carico del 47enne, risultato peraltro irregolare in quanto inottemperante ad un ordine del Questore a lasciare il territorio entro 5 giorni.