Home Politica Politica La Spezia

Manifesti oscurati, Pucciarelli: ora basta coccolare figli di papà ignoranti e violenti

0
CONDIVIDI
Manifesti Pucciarelli (Lega) oscurati da volantini anarchici

“Noi siamo pacifici e democratici perché col sorriso chiediamo ai liguri e agli italiani di andare al voto, che è la massima espressione di libertà di un Paese, per fare la rivoluzione del buonsenso e cambiare le cose. La nostra forma di governo prevede infatti che il potere venga esercitato dal popolo, tramite rappresentanti liberamente eletti per le loro idee.

Loro, coccolati dalla sinistra e dai cosiddetti antifascisti, sono violenti e antidemocratici perché, violando la legge, cercano gli scontri di piazza, fomentano l’odio e usano l’aggressività con lo scopo di alimentare tensione e caos nel nostro Paese, che invece oggi più che mai ha bisogno di un governo stabile e legittimo”.

Lo ha dichiarato oggi il consigliere regionale Stefania Pucciarelli (Lega) a seguito dell’ultimo episodio di intimidazione registrato ieri a Marinella, nel Comune di Sarzana. Il suo volto sui manifesti del centrodestra, regolarmente affissi insieme a quelli degli altri schieramenti politici, guarda caso è stato l’unico oscurato da volantini anarchici.

“Cari figli di papà, ignoranti e violenti, con Matteo Salvini al governo e la sinistra spazzata via dagli elettori, non sarete più coccolati come purtroppo accade ora.

Noi non accettiamo soprusi, non ci facciamo intimidire e continueremo a lavorare col sorriso, ma anche con fermezza, per la rivoluzione del buonsenso.

Pertanto, chi di voi violerà norme e regole previste dal nostro ordinamento giuridico sarà adeguatamente punito. Esattamente come tutti gli altri che si comporteranno così. Estremisti, anarchici, centri sociali violenti che se ne infischiano di rispettare la legge, la pace e la democrazia non potranno più avere mano libera”.

“A Sarzana – ha aggiunto il segretario ligure della Lega Edoardo Rixi – i manifesti della Lega e Stefania Pucciarelli, candidata della Lega al Senato, imbrattati da volantini che invitano a non votare. I cittadini onesti sono con noi, pronti alla rivoluzione del buonsenso dopo il 4 marzo. A qualcuno la democrazia fa proprio paura”.