Home Sport Sport Savona

Lucchese-Albissola 2-2, pari di prestigio al Porta Elisa

0
CONDIVIDI

“Abbiamo portato a casa il risultato e siamo contenti. E’ vero che vincevamo… ma è vero anche che perdevamo”: parole e musica di Claudio Bellucci che fotografano a perfezione la partita del Porta Elisa, un altro stadio storico che ha ospitato l’Albissola.

In vantaggio per primi i padroni di casa, direttamente su calcio piazzato, con una prodezza balistica di Mattia Lombardo, figlio d’arte, erede dell’indimenticata ala destra di Sampdoria e Lazio. Nella ripresa, dopo un doveroso ambientamento sul pesantissimo campo in erba naturale, i ceramisti hanno trovato il pareggio con Riccardo Martignago, al nono centro stagionale. Lo stesso numero 10 ha poi seminato il panico sulla fascia sinistra, saltando avversari come birilli e servendo a Sibilia il pallone utile a firmare il primo gol da professionista. Poco dopo, però, il neoentrato Usufaj ha trovato il pareggio per i ragazzi di Favarin.

LUCCHESE 2

ALBISSOLA 2

Reti: 4′ Lombardo, 7′ s.t. Martignago, 33′ s.t. Sibilia, 39′ s.t. Usufaj.

Lucchese: Falcone, Martinelli, Lombardo, Greselin (28′ s.t. Provenzano), Sorrentino (38′ s.t. Usufaj), Favale, Gabbia, Bortolussi, Mauri (45′ s.t. Jovanovic), De Feo, Zanini. A disp.: Aiolfi, Madrigali, Cardore, Provenzano, Bernardini, Santovito, Palmese, De Vito, Strechie, Bacci. All.: Favarin.

Albissola: Albertoni, Rossini, Balestrero, Russo (5′ s.t. Silenzi), Cais, Martignago (47′ s.t. Raja), Oliana, Sibilia (42′ s.t. Damonte), Carcagno, Oukhadda, Nossa. A disp.: Bambino, Mahrous, Sancinito, Gulli, Durante, Bartoluvic, Gargiulo, Oprut, Gibilterra. All.: Bellucci.

Arbitro: Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto.