Home Spettacolo Spettacolo Savona

Loano non solo mare, il 6 settembre gita sul Settepani

0
CONDIVIDI
Gita sul monte Settepani

Dopo la pausa agostana riprendono le escursioni di “Loano non solo mare”, il programma curato dalla sezione loanese del Cai con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

La destinazione della prossima gita, in programma giovedì 6 settembre, sarà il Monte Settepani, una “classica” gita di ripresa delle attività, adatta a tutte le gambe e a tutte le età, che si svilupperà lungo sterrate e sentieri nella zona del Melogno.

I partecipanti si ritroveranno alle 8.30 in piazza Valerga. Da qui si avvieranno in auto verso Pietra Ligure e verso il colle del Melogno per poi deviare verso Tovo San Giacomo e Bardino (itinerario più breve ma più tortuoso) o verso Finale Ligure e Gorra.

Un chilometro e mezzo circa prima di pervenire al Colle del Melogno occorre svoltare a destra in direzione di Osiglia. Il punto di ritrovo è il ristorante Din.

La comitiva si incamminerà verso Pian dei Corsi con un bel sentiero che sale nel bosco. Dopo vari “strappetti”, radure e punti panoramici si arriverà al Forte Settepani, zona militare e quindi non visitabile. Dal Forte una sterrata ed un pezzo di asfalto permetteranno di raggiungere il grande ripetitore e gli sfiatatoi dei vari bunker posizionati in questo tratto, dove è prevista la sosta pranzo.

Nel pomeriggio gli escursionisti imboccheranno uno sterrato che farà pervenire al bivio per Osiglia e di qui alle macchine.

La gita avrà una durata di circa 4 ore e mezzo e seguirà un itinerario ad anello con un dislivello di 450 metri circa. I capigita sono Gianni Simonato, Mino Bertone, Mario Chiappero e Beppe Peretti.

Per la partecipazione alla gita di non soci Cai è necessario sottoscrivere l’assicurazione nominativa infortuni, da richiedere entro le ore 12 del giorno precedente lo svolgimento dell’attività stessa telefonando a Laura Panicucci (tel. 019.67.23.66, cell. 3497854220).

L’obiettivo di “Loano non solo mare” è promuovere la pratica escursionistica come occasione di socializzazione, benessere personale, conoscenza e valorizzazione del territorio.