Home Cronaca Cronaca Genova

Liguria in area gialla: le nuove regole

0
CONDIVIDI
Liguria in area gialla: le nuove regole

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cosiddetta “Cabina di Regia”, firmerà nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dalla notte di domenica 31 gennaio ed avrà valore per due settimane.

Liguria in area gialla da lunedì 1° febbraio. Toti: confermato da ministro Speranza

Le regioni in area gialla sono: Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Provincia di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Molise, abruzzo, Lazio, Campania, Basilicata e Calabria

Le regioni in area arancione sono: Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano. Tutte le altre Regioni e Province Autonome sono in area gialla.

Ecco le nuove regole per le aree gialle

Permane il divieto di spostamento tra le regioni, come previsto dall’ultimo Dpcm e il “coprifuoco” dalle 22 alle 5 del giorno dopo.

Bar e i ristoranti sono aperti e possono servire ai tavoli fino alle 18.

Riaprono musei e mostre dal lunedì al venerdì, e solo con ingressi contingentati.

I negozi sono aperti e i centri commerciali solo durante i giorni feriali.

Scuole. Scuole in presenza: Materne, elementari e medie. DAD, Didattica a distanza, le superiori.

“L’indice di trasmissione del contagio è sceso a 0,84. È un risultato incoraggiante frutto dei comportamenti corretti delle persone e delle misure di Natale che hanno funzionato. Numerose regioni torneranno in zona gialla. Questa è una buona notizia, ma è fondamentale mantenere la massima attenzione. La sfida al virus è ancora molto complessa”. A scriverlo su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.