Home Cronaca Cronaca Genova

L’esordio del taser a Genova: è bastato mostrarlo

0
CONDIVIDI
Agente con il taser (foto repertorio)

L’altra notte in piazzale Crispi a Genova Quinto è stato utilizzato per la prima volta un taser ad opera di un poliziotto o almeno è bastato mostrarlo perché un francese, senza una dimora fissa di 28 anni, alla vista dell’oggetto, si è subito tranquillizzato.

Il 28enne era ubriaco aveva fatto cadere uno scooter ed aggredito un passante.

Poi, all’arrivo della polizia era stato bloccato, ma aveva infilato una mano in tasca come per tirare fuori un coltello.

L’agene preoccupato aveva estratto il taser, spiegandogli cosa fosse e chiedendogli di tirare fuori la mano dalla tasca.

Il taser in dotazione a quella volante è una delle due apparecchiature affidate dal ministero dell’Interno per la sperimentazione che coinvolge 12 città.

Alla fine il 28enne è stato denunciato per danneggiamento e percosse. E sanzionato per ubriachezza molesta e per la detenzione di 20,27 grammi di hashish.