Home Economia Economia Genova

Lavoro, in Liguria boom di nuove assunzioni. Ma solo 12% a tempo indeterminato

0
CONDIVIDI
Cgil Liguria (foto di repertorio fb)

Boom di assunzioni da lavoro dipendente nel primo semestre 2022 in Liguria, con 118.800 nuovi rapporti stipulati che rappresentano il livello più alto dal 2014. Ma solo il 12% delle nuove assunzioni è a tempo indeterminato.

È quanto emerge dall’elaborazione dei dati Inps da parte dell’ufficio economico della Cgil.

“Purtroppo, non ci si può lasciare andare a facili ottimismi – sottolinea il segretario generale della Cgil Liguria, Maurizio Calà – i tre quarti delle assunzioni sono composti da lavoro precario.

In Liguria, solo il 12% delle nuove assunzioni è a tempo indeterminato, dato che arriva al 17% se si include anche l’apprendistato. Quindi, i rapporti precari rappresentano ben l’83% del totale”.

Tra gli altri dati evidenziati dal sindacato, le assunzioni part-time che rappresentano il 36% dei nuovi contratti e i rapporti di lavoro stagionali che rappresentano il 17,7%.

Il 57% delle assunzioni, nel complesso, riguarda uomini (67.583 su 118.800), il 43% dei nuovi assunti ha una età compresa tra i 30 e i 50 anni, il 70% è italiano.

Commercio, trasporto e magazzinaggio, alloggio e ristorazione rappresentano quasi il 40% di tutte le nuove assunzioni.

Da segnalare anche la crescita di quasi il 60% delle assunzioni nelle attività di intrattenimento, divertimento e artistiche, dovuta soprattutto all’eliminazione delle ultime restrizioni attuate per il contenimento della pandemia da coronavirus.