Home Consumatori Consumatori Genova

L’Ape di Sicuramente Fresco arriva a Genova in cinque mercati rionali

0
CONDIVIDI

SGM, Società Gestione Mercato, in collaborazione con Fedagromercati Ascom Confcommercio e Rete Mercati, presenta ai consumatori,in cinque giornate differenti, il sistema di controllo dei prodotti che pone il Mercato Ortofrutticolo di Genova all’avanguardia nell’azione di garanzia per la sicurezza alimentare.

Lo fa utilizzando nelle mattinate, dalle 8 alle 12, l’Ape di Sicuramente Fresco e con il supporto informativo degli operatori dei diversi mercati coinvolti, saranno realizzati esempi di analisi dei prodotti e spiegazioni alla clientela su come vengono effettuati i campionamenti dei prodotti al Mercato di Genova.

Il primo appuntamento è per giovedì 5 luglio al mercato in Piazza Scio, martedì 10 luglio al mercato in via Corradi a Sestri Ponente, giovedì 19 luglio Mercato Orientale, giovedì 26 luglio mercato in via Romagnosi, martedì 31 luglio mercato di Certosa.

Il marchio “Sicuramente Fresco” è il simbolo dei valori trasmessi dal Mercato Ortofrutticolo di Genova con prodotti “Sicuramente” garantiti, rintracciabili e riconoscibili.

Si tratta di una serie di procedure avviate sin dal 2014 da Società Gestione Mercato e finalizzate al controllo e al raggiungimento di elevati standard di sicurezza dei prodotti a favore del consumatore finale.

L’obiettivo è quello di far conoscere ai consumatori queste procedure che gli operatori grossisti mettono in atto da tempo proprio a favore dei consumatori stessi.

Tra i diversi obiettivi di Sicuramente Fresco in primo piano la verifica dell’eventuale presenza di residui di fitofarmaci o altri contaminanti chimici al fine di garantire la salubrità dei prodotti commercializzati Ogni operatore grossista è tenuto a rispettare quanto previsto dal disciplinare tecnico e attivare le eventuali correttive richieste.

I controlli a supporto del progetto devono intendersi come audit/verifiche (applicazione, autocontrollo, dichiarazioni conformità fornitori, rintracciabilità) ed analisi ( residui fitofarmaci e altri contaminanti). Per facilitare il coordinamento sia dell’attività di verifica che quelli di campionamento e analisi chimica, gli associati del mercato sono stati suddivisi a seconda delle loro dimensioni in grandi, medi e piccoli. I controlli sono effettuati secondo un piano programmato e validato annualmente.

Al progetto hanno aderito tutti gli operatori soci del consorzio COMAG operativo al Mercato Ortofrutticolo di Genova e comporta un dettagliato programma di verifiche presso gli operatori del mercato sulla base della normativa cogente seguendo una specifica check list.

L’attività di verifica dei singoli associati è integrata con un calendario di campionamenti di prodotti ortofrutticoli e successiva analisi ed sono realizzati sulla base di indici di rischio dei diversi prodotti: matrice, provenienza, stagionalità, allerte di sicurezza comunitarie o internazionali.

Il disciplinare tecnico di controllo non si applica ai prodotti delle grandi marche che arrivano al Mercato già sottoposti a specifiche azioni di controllo. Il nuovo sistema diventa così un modo per elevare il livello di sicurezza sugli altri prodotti con la conseguenza di poter affiancare anche tutti quei produttori locali che avrebbero difficoltà a sviluppare un controllo di questo tipo.
La quantità necessaria per il laboratorio è di circa 2 Kg per prodotti di medie dimensioni quali frutta, ortaggi a frutto, sedani e finocchi, patate e cipolle. Per ortaggi leggeri come le erbe fresche e aromatiche la quantità è di circa 0,5 Kg. Mentre per i prodotti di grandi dimensioni come cocomeri e zucche, è necessario che vengano campionati almeno tre frutti.

La rappresentatività del campione è un requisito fondamentale. E’ quindi necessario, per prodotti già raccolti/lavorati, recuperare il prodotto da almeno tre/quattro casse o pedane di una medesima partita o fornitore. Evitando accuratamente contaminazioni accidentali fra campione e campione.