Home Consumatori Consumatori Italia

La nuova app Youpol, per segnalare bullismo e droga: come funziona | Video

0
CONDIVIDI

Da oggi è attiva la nuova applicazione, per Smartphone e Tablet, “YOUPOL”, realizzata allo scopo di permettere a tutti, adolescenti e adulti, di interagire con la Polizia di Stato, consentendo l’invio di segnalazioni, anche in modalità anonima, di episodi di bullismo o di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’applicativo è scaricabile su tutti gli smartphone e tablet che utilizzano android e Ios, e consente di interagire con la polizia inviando immagini o segnalazioni scritte direttamente alle sale operative delle questure, anche se il segnalante si trova in una provincia diversa.

Come descritto dal video di presentazione, con l’app si potranno denunciare fatti di cui si è testimoni diretti (anche mediante foto o immagini acquisite sul proprio dispositivo) ovvero notizie di cui si è appreso in forma mediata (link, pagine web, ricezione messaggi, informazioni orali etc.).

L’utente avrà anche la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza, utilizzando un pulsante ben visibile di colore rosso, alla sala operativa della provincia nella quale si trova.

L’app da questo mese sarà operativa in tutti i capoluoghi di regione, e poi, dal successivo mese di agosto, sarà implementata in tutte le province italiane.

Da sottolineare che il programma è stato realizzato totalmente da personale tecnico del settore informatico dell’Ufficio relazioni esterne della Polizia di Stato.

L’applicazione ha finora riscosso un considerevole successo tra i cittadini. Basti pensare che dal mese di novembre 2017 sono circa 20.000 i download effettuati da utenti Apple ed Android e quasi 300 le segnalazioni giunte alle sale operative delle Questure di Roma, Catania e Milano.