Home Cronaca Cronaca Genova

La cocaina era sale: agenti Polstrada condannati per arresto illegale di 2 genovesi

0
CONDIVIDI
Controlli Polizia Stradale (foto di repertorio)

La presunta cocaina era sale. Due agenti della Polstrada sono stati assolti dal giudice del Tribunale di Pavia per sequestro di persona e violenza privata, ma condannati per arresto illegale di due genovesi innocenti a 6 mesi di reclusione con la condizionale e al risarcimento danni in sede civile con una provvisionale di 4mila euro.

La sentenza di primo grado è arrivata solo nei giorni scorsi, ma l’incubo si era iniziato nel 2012. Ossia quando i giovani erano stati fermati per un controllo sull’A7 di ritorno da Milano, dove si erano recati per un colloquio di lavoro.

Gli agenti di una pattuglia li avevano fermati e, puntando addirittura la pistola, li avevano ammanettati sostanzialmente accusandoli di avere gettato dal finestrino, poco prima, un pacco con la droga. Loro non avevano reagito, rimanendo tranquilli senza opporre resistenza, credendo che si trattasse di un veloce controllo.

Dopo circa un’ora, i poliziotti avevano recuperato l’involucro. Tuttavia, i genovesi erano stati poi condotti in caserma, dove si era definitivamente capito che si trattava di un grosso abbaglio.

I giovani erano stati quindi liberati e successivamente si erano rivolti a un legale di fiducia per la denuncia.

Per il giudice di Pavia, i due agenti della Polstrada: “… intimavano a C. e O. tramite l’utilizzo di armi puntate al volto di scendere dalla macchina; applicavano loro le  manette con l’uso della violenza senza chiedere i documenti di identificazione… il primo ammanettato al volante e il secondo fatto cadere a terra e lì lasciato ammanettato… salvo poi costringere gli stessi a seguirli negli uffici in assenza di prove e pur potendo verificare la loro estraneità ai fatti di reato sul luogo…”.