Home Politica Politica Genova

Juve-Milan, stadio di Jeddah: donne discriminate. Corso: mai piegarsi a certi dettami

0
CONDIVIDI
Donne arabe allo stadio

“Supercoppa Italiana fra Juve e Milan: si gioca in Arabia Saudita (italiana in Arabia, perché? Soldi) il 16 gennaio. Udite udite, in alcuni settori è vietato l’ingresso alle donne”.

Comincia così il post pubblicato ieri su Fb dalla presidente della Commissione Pari opportunità del Comune di Genova, Francesca Corso (Lega).

Scure islam su Juve-Milan: biglietti per uomini. Donne solo accompagnate e ben coperte

“Nei settori ‘singles’ soltanto gli uomini potranno avere accesso. Le donne, quelle che soltanto dal 2018 possono assistere alle manifestazioni sportive, potranno guardare la partita solo se accompagnate dagli uomini, dunque, nei settori ‘families’.
E, ovviamente, ben coperte e senza che lascino trasparire alcuna femminilità!

Sarebbe auspicabile che le due squadre italiane, provenienti da un Paese civile dove non c’è spazio per queste follie, prendessero una chiara posizione contro questo atteggiamento sessista.

Mai piegarsi a certi dettami, ne’ per spettacolo, ne’ per soldi. Non si vendono i propri valori per una partita di pallone”.

 

Francesca Corso presiede Commissione comunale in Sala Rossa a Tursi