Home Politica Politica Genova

Il Pd attacca prof. Bassetti: sue dichiarazioni inutili e fuori luogo. E quasi offensive

0
CONDIVIDI
Vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri (M5S) e prof. Matteo Bassetti (foto di repertorio fb)

“Quando ho letto alcuni giorni fa l’ennesima (inutile) dichiarazione polemica del prof. Matteo Bassetti: ‘In Italia abbiamo sbagliato il conteggio dei morti Covid’ sono andato a ricercarmi un grafico che m’aveva molto colpito, dove è evidente, anche ad un occhio non esperto, cosa è successo quest’anno e che il tema – cinico – della contabilità dei decessi con Covid o per Covid, di fronte alla realtà del fenomeno, sembra veramente fuori luogo. E quasi offensiva”.

Lo ha dichiarato ieri su fb il capogruppo regionale Luca Garibaldi (Pd).

“Tanto più – ha aggiunto Garibaldi – se fatto proprio nei giorni in cui l’Italia toccava il numero di decessi più alto nella seconda ondata.

È solo uno dei tanti momenti che in questi mesi hanno punteggiato questa strategia ‘riduzionista’ o ‘minimizzatrice’, che in Liguria ha la sfortuna di correre gemella, tra la politica e la scienza.

Sulla politica non ci torno oltre, perché mi pare evidente la quotidiana ossessione propagandistica di Toti a dire che tutto va bene e a snocciolare eventuali primati della Liguria.

È sulla scienza che mi soffermo un po’ di più: dal ‘è poco più di un influenza’, al ‘non ci sarà una seconda ondata’ o al ‘virus clinicamente morto’, in questi mesi ne abbiamo lette tantissime di queste affermazioni, che han suscitato dibattito e contribuito a creare un clima di minimizzazione del rischio, proprio perché provenivano da esperti.

C’è un tema che riguarda la responsabilità sociale della scienza in questi contesti. Ci si affida agli esperti per avere fatti a cui ancorarsi, per capire, per avere un filo capace di sciogliere le complessità di questo fenomeno.

Invece in questi mesi ci si è ritrovati ad avere invece sempre più degli opinionisti, ruolo in cui molti più di altri si sono trovati a loro agio, sempre pronti a dare un proprio parere – spesso tranciante – su tutto.

Dimenticandosi spesso dell’impatto sociale e dell’affidamento che generano certe affermazioni, in un senso o nell’altro. E che continuano a generare, ancora oggi”.

Ecco il grafico pubblicato su fb da Luca Garibaldi.