Home Cultura Cultura Savona

Il Decamerone del Coronavirus è quasi a metà strada

0
CONDIVIDI
Renato Sarti

Il Decamerone virtuale ha già avuto 200 mila spettatori

GENOVA – Prosegue l’ enorme successo della maratona culturale virtuale al tempo del Coronavirus, prodotta dai benemeriti Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia.
“Racconti in tempo di peste” è una stagione teatrale on line, iniziata il 9 marzo, che durerà per 100 giorni, con la presenza di 100 artisti e 100 racconti ed è diretta da Sergio Maifredi e Corrado d’Elia. Questa interessante proposta culturale il 15 aprile aveva già superato ampiamente le 200 mila visualizzazioni ed aveva ottenuto più di 9 mila follower.

“Racconti in tempo di peste- ci ha spiegato lo stesso Sergio Maifredi- è una serie di eventi che hanno lo scopo di aiutare a non rinunciare alla bellezza. Lunedì il progetto arriverà a metà del suo percorso. Il 27 aprile sarà infatti il cinquantesimo giorno della manifestazione che festeggerà il giro di boa dando la parola agli spettatori”.

Nel video verranno presentate le letture inviate a Sergio Maifredi e Corrado d’Elia, direttori artistici della stagione on line.

Domani intanto, alle ore 12, per celebrare il 25 aprile e la Liberazione saranno proposte la storia emblematica del partigiano Riccardo Goruppi, narrata da Renato Sarti e, fuori collana (nel pomeriggio) “Campo 52” con Massimo Minella accompagnato dal fisarmonicista Franco Piccolo. Presenteranno la storia del campo di concentramento di Coreglia, alle spalle di Chiavari.

Domenica 26 sarà la volta di Cesare Brie che ha deciso di descrivere il suo tempo sospeso, presentando gli appunti per “Un gatto e una volpe”.

“Il Decamerone – conclude Maifredi- è oggi più che mai attuale perché fornisce una risposta positiva alla paura del contagio, controllata se non vinta con il ricorso al racconto e alla cultura. Boccaccio ha descritto un gruppo di giovani che, nella Firenze medievale attraversata dalla peste, si sono riuniti in un castello decidendo di occupare il tempo della quarantena raccontando delle storie”.

Per coloro che non conoscessero ancora questa interessante iniziativa e volessero seguirla è sufficiente collegarsi ai siti on line https://www.facebook.com/raccontiintempodipeste/ http://www.teatropubblicoligure.it/raccontiintempodipeste
https://www.corradodelia.it/raccontintempodipeste
o sui siti istituzionali dei Comuni di Genova (https://www.visitgenoa.it/100-racconti-tempo-di-peste e https://www.facebook.com/GenovaTeatro/), Terni (https://www.comune.terni.it/), Ameglia (https://www.comune.ameglia.sp.it),Luni (https://www.comune.luni.sp.it/it-it/home) e Vezzano Ligure (http://www.comune.vezzanoligure.sp.it).
CLAUDIO ALMANZI