Home Politica Politica Genova

I nuovi o rinconfermati sindaci del Levante e dell’ entroterra

0
CONDIVIDI

Aggiornamenti elezioni amministrative 2019.

A Lavagna ha vinto lalista civica di centrodestra con il commercialista Gian Alberto Mangiante col 27,02% seguito da Guido Stefani 23,61%; Laura Corsi col 22,55%; Daniele Di Martino con un 17,01% e Andrea Giorgi con il 9,81%.

Castiglione Chiavarese conferma sindaco Giovanni Collorado con 636 voti equivalenti il 68,91 per cento; Luciano Ponzuoli ha ottenuto 287 voti pari al 31.,09 per cento.

A Lumarzo eletto sindaco Daniele Nicchia, erede del primo cittadino Guido Guelfo, con l’86,92%; secondo Mirco Gazzolo con il 13,08%

Il leghista Franco Agostino Canevello si riconferma sindaco; Paolo Pinna va al secondo posto seguito da Maurizio Calì e da Alessandro Ronchi.

A Leivi rieletto sindaco Vittorio Centanaro con il 62,05%. Daniela Prato ha raggiunto il 37,95%.

A Cogorno eletto sindaco Gino Garibaldi con il 53,59%, seguito da Laura Bacchella con il 26,32%. Terzo Aldo Perfler con il 20.09%. Garibaldi ricompare ad essere il primo cittadino del suo comune.

A Sori ha vinto il centrodestra trazione leghista con il farmacista Mario Reffo. Il Comune ha voluto voltare pagina e ha detto no alla lista di sinistra di Marco Castagnola, già vicesindaco ed erede di Aldo Pezzana.

A Ne Conscenti eletta sindaca Francesca Garibaldi con il 50,58%. Marco Bertani si è fermato al 49,42%. C’è stato un estenuante testa – testa fino alle ultime schede e ultimi conteggi.

Ancora un mandato per Stefano Sudermania, inossidabile sindaco di Neirone. Ha ottenuto il 61,59% dei consensi. A Lucilla Bertonati è andato il 34,09 dei voti e a Domenico Valsecchi il 4,32%.

Danilo Repetto, avvocato, è stato confermato sindaco di Mezzanego con un 64, 16 per cento; il suo competitor Renzo Prato ha ottenuto il 35,84 dei consensi.

A Santo Stefano d’Aveto il leghista Giuseppe Tassi, già sindaco di Avegno e Maestro del Coro d’Alpe degli alpini, ha ottenuto 405 voti contro i 277 andati al sindaco uscente Maria Antonietta Cella.

In Fontanabuona il sindaco uscente Marina Garbarino, è stata rieletta sindaco di Tribogna. Ha ottenuto una percentuale del 92,76 per cento. Il suo concorrente era Enrico Grosso. Resta un record per Garbarino.

Giuseppino Maschio è stato riconfermato sindaco di Borzonasca in valle Sturla.

E’ stato rieletto con il 65,39 per cento dei consensi; a seguire Giannetto Mortola con il 26,66 per cento. Infine Pier Luigi Cella che ha ottenuto il 7,95 per cento dei voti.

Alessandro Graziadelli vince le elezioni con una percentuale del 69,70 per cento; il suo competitor Gianni Dondero si è fermato al 30,30 per cento.

Il sindaco uscente Aulo De Ferrari, storico farmacista di Monleone, ha pubblicato in due bacheche del Comune tutte le opere realizzate nei suoi anni di mandato.

Ermano Noce è il nuovo sindaco di Coreglia Ligure, località tra Rapallo e la Fontanabuona. Ha ottenuto un consenso bulgaro con un 81,26 per cento; seconda Elisabetta Lavezzo e ultimo Alessio Nelizzi.

A Rezzoaglio Marcello Roncoli ha scalzato, con un 41,24 per cento dei consensi, il sindaco uscente Daniele Mareschi che ha ottenuto un approssimativo 37,73; terzo Guirardo Casaleggi (21,24 per cento).

Rapallo, non c’è il ballottaggio. Il sindaco uscente di centrodestra Carlo Bagnasco, si riconferma al secondo mandato con un plebiscito. I cinque anni di mandato hanno rafforzato la stima degli elettori. ABov