Home Politica Politica Italia

Grandi opere, vince Rixi: ok analisi costi benefici. Toninelli: Terzo Valico va avanti

0
CONDIVIDI
Rixi, Toti e Bagnasco nel cantiere delTerzo Valico

“Terzo Valico dei Giovi. Il totale dei costi del recesso ammonterebbe a circa 1 miliardo e 200 milioni di euro di soldi pubblici. Di conseguenza il Terzo Valico non può che andare avanti. Ma farlo andare avanti non significa condurlo a termine così com’è, bensì rendere l’opera efficiente rispetto agli scopi.

Se vogliamo rimediare almeno in parte ai danni del passato, rendendo il Terzo Valico una infrastruttura utile dal punto di vista logistico e adatta a migliorare anche il servizio regionale sulla tratta parallela, bisogna innanzitutto che esso sia davvero ben collegato con Genova: dunque, i binari devono arrivare fin dentro il porto.

Sapete quanto Genova conti nei pensieri e negli sforzi del Governo. Allora facciamo in modo che il Terzo Valico sia veramente utile alla città”.

E’ la sintesi del lungo post pubblicato oggi su Facebook dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli, che ha annunciato così la volontà del governo Lega-M5S di andare avanti con la grande opera del Terzo Valico, dopo i risultati dell’analisi costi-benefici.

Si tratta di un’altra vittoria per la nostra città, dopo il miliardo di euro previsto dal cosiddetto Decreto Genova, ora legge.

Terzo Valico: ultimata l’analisi costi-benefici e l’analisi giuridica – Mit

“Il buonsenso al governo, il Terzo Valico si farà – ha esultato il viceministro genovese Edoardo Rixi – lo conferma anche l’analisi costi-benefici, da oggi pubblicata sul sito del ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Finalmente, dopo anni di scarsa considerazione, questo governo riconosce la centralità di Genova, l’assoluta importanza dell’efficientamento dei collegamenti con Milano, indispensabili per lo sviluppo e per l’economia del Paese intero.

Oltre a rendere l’opera attesa da decenni più efficiente e ambientalmente sostenibile, punteremo anche su altri interventi infrastrutturali che renderanno l’entrata in funzione del Terzo Valico completamente efficace, partendo dal miglioramento dell’opera sia sul versante a mare sia a monte, eliminando colli di bottiglia, e con il quadruplicamento dei binari da Tortona a Milano.

Inoltre, chiederemo a Ferrovie più servizi che migliorino i collegamenti per i pendolari con la Lombardia e il completamento dei lavori del nodo ferroviario di Genova, indispensabile per il servizio metropolitano e per la separazione dei flussi passeggeri, pendolari e turistico, e merci. Con il Terzo Valico si completerà il Corridoio Genova Rotterdam, collegamento essenziale per il porto con il bacino padano e il Nord Europa”.