Home Politica Politica Genova

Gli sparerei in bocca: centrodestra condanna linguaggio violento del M5S al Medio Ponente

0
CONDIVIDI
Genova Medio Ponente, consigliere municipale del M5S Roberto Campi (foto di repertorio fb)

I consiglieri municipali di centrodestra Teresa Lapolla e Gabriele De Simone (Lega) Andrea Laino (Forza Italia) Antonio Care’ e  Walter Pilloni (Vince Genova) oggi hanno riferito che durante la seduta del 30 novembre scorso “si è venuta a creare una situazione di forte imbarazzo a causa di una violenta esternazione di un consigliere del M5S Roberto Campi, il quale concludeva un suo impetuoso intervento con ‘…gli sparerei in bocca…’ riferendosi a non meglio identificati soggetti operativi facenti parte della macchina comunale colpevoli, a suo dire, di inerzia verso mozioni della maggioranza aventi ad oggetto richieste di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sul territorio municipale, sempre a suo dire totalmente disattese”.

I consiglieri di opposizione del Municipio Medio Ponente di Genova “condannano la forma e la sostanza di questo modo rude e violento di sostenere il proprio convincimento nell’aula consiliare e richiedono di valutare se sia opportuno applicare la massima azione disciplinare avente ad oggetto la richiesta di dimissioni nei confronti del protagonista di questa sproporzionata replica”.

“Il consigliere Campi – hanno aggiunto – non è nuovo ad episodi simili ove frequentemente rinnova i propri concetti utilizzando fastidiose ed offensive considerazioni nei confronti di tutta l’opposizione. Ribadiamo che questo tipo di linguaggio non può trovare spazio in un ambito istituzionale di qualunque livello esso sia poiché offende il ruolo dei presenti e ne svilisce l’autorità”.