Home Cultura Cultura Savona

Giovanni Toso vince il premio Anthia

0
CONDIVIDI
Giovanni Toso vince il premio Anthia
Giovanni Toso vince il premio Anthia

Giovanni Toso vince il premio Anthia, libro ligure dell’anno. “Dante, Noli e il Purgatorio” è il vincitore della 40° edizione della rassegna.

Giovanni Toso vince il premio Anthia 2021.

“Dante, Noli e il Purgatorio. La scoperta dell’anello mancante da 700 anni nella vita del poeta e nella Commedia”.

Questo il libro di Giovanni Toso, edito da Marco Sabatelli.

Ha vinto la quarantesima edizione del premio Anthia per il libro ligure dell’anno.

Il volume esce nella ricorrenza del settimo centenario dalla morte di Dante.

Presenta una nuova e originale tesi sulle tracce della presenza del sommo poeta a Noli.

Collega infatti il territorio locale alla cantica del Purgatorio.

Lo fa “in modo misurato, stimolante e suggestivo” come recita la motivazione del premio.

Il premio Anthia è stato assegnato a Peagna, borgo medievale alle spalle di Ceriale, nell’ambito della rassegna libri di Liguria.

Giovanni Toso vince il premio Anthia
“Dante, Noli e il Purgatorio. La scoperta dell’anello mancante da 700 anni nella vita del poeta e nella Commedia” di Giovanni Toso

Sul libro

“Dante, Noli e il Purgatorio” svela dopo 700 anni i luoghi, in cui Dante visse e ambientò il Purgatorio.

Sono chiaramente identificati in Noli (“discendesi in Noli”, Purgatorio IV.25), e ricostruisce il lungo periodo oscuro nelle sue biografie tra 1308-9 e 1316-7.

Il Poeta trasfigurò poeticamente i paesaggi, le architetture e la vita medievale della guelfa Civitas Nauli nel progetto e nelle scenografie del suo Purgatorio.

Lo fa in modo integrale, dettagliato e in perfetta sequenza spazio-temporale.

L’originale intuizione dell’Autore sul rapporto tra Dante, la Cantica e l’antica Repubblica marinara ligure (1193-1797) è stata confermata, ampliata e documentata da oltre tre anni di accurate ricerche e straordinarie scoperte.

I molti elementi scenografici dipinti dal Poeta nei suoi versi sono approfonditi con le note di celebri commentatori e le visioni di noti illustratori e puntualmente rapportati agli ambienti nolesi attraverso immagini e mappe, antiche e attuali. Prefazione di Giovanni Farris.