Home Politica Politica Genova

Genova, odio e violenza sinistra: dopo i leghisti aggrediti anche militanti di FdI

0
CONDIVIDI
Ubaldo Borchi con Giorgia Meloni (FdI)

“Questa sera alcuni militanti di Fratelli d’Italia sono stati aggrediti mentre attaccavano manifesti sulle plance elettorali. I manifesti della coalizione di centrodestra sono stati strappati”.

Lo ha dichiarato su Facebook il coordinatore provinciale genovese di Fratelli d’Italia, Ubaldo Borchi, a seguito dell’inquietante episodio avvenuto stasera in corso Montegrappa e il vicesindaco Stefano Balleari ha aggiunto: “Antagonisti? Delinquenti da due soldi direi!”.

Nel pomeriggio, invece, a Brignole erano stati aggrediti i militanti della Lega (v. articolo precedente).

“Il tutto – ha aggiunto Borchi – ad opera della peggior gioventu’ che coperta dagli striscioni ‘antifascisti’ ed accompagnati da ‘Bella ciao’ hanno recentemente sfilato per le vie cittadine.

Si sentano responsabili le forze politiche di sinistra e le associazioni varie che hanno alimentato, con il loro farneticare in questi ultimi tempi, il clima di ‘odio politico’ che sembrava fortunatamente scomparso.

Far presa su questi individui, che definirei semplici ma pericolosi delinquenti, e’ purtroppo molto facile e poiche’ voglio sperare non sia una strategia, invito fermamente tutte le forze politiche, nessuna esclusa, ad una seria presa di posizione e condanna dell’accaduto”.

“Violenti esponenti dei centri sociali – ha dichiarato il capogruppo comunale di FdI Alberto Campanella – hanno vilmente attaccato 3 nostri militanti mentre, in corso Montegrappa, appendevano manifesti di Giorgia Meloni. Chiedo l’immediata chiusura dei centri sociali dove convogliano anche teppisti di sinistra che nel sbraitare all’antifascismo si sporcano di gravi reati e di gravi episodi di intolleranza”.