Home Sport Sport Genova

Genoa: il Crotone è alle porte, ma la squadra non è ancora completa

0
CONDIVIDI
Genoa: il Crotone è alle porte, ma la squadra non è ancora completa

Il grande momento che tutti gli appassionati di calcio italiani stanno aspettando sta ormai per arrivare: infatti, l’inizio della nuova stagione di Serie A è praticamente dietro l’angolo. Gli appassionati di scommesse calcio stanno cercando di studiare i nuovi colpi che sono stati fatti durante il calciomercato estivo, che tra l’altro termina il prossimo 5 ottobre, alla ricerca di quelle che potrebbero essere le sorprese.

Tanti addetti ai lavori, come ad esempio Ariedo Braida nel corso di un’intervista rilasciata a L’insider, sostiene come il colpo dell’estate, almeno fino a questo momento, sia stato probabilmente quello messo a segno dal Milan, con l’ingaggio di Sandro Tonali dal Brescia. Una trattativa che ha visto superare praticamente al fotofinish l’Inter: quando sembrava che con i cugini nerazzurri fosse tutto fatto, ecco lo scatto del “Diavolo”, con Maldini che non si è lasciato sfuggire l’occasione di portare il centrocampista del Brescia a Milanello.

Tra le possibili sorprese della prossima serie A in tanti indicano anche il Genoa, che si sta chiaramente rinforzando, in modo particolare a centrocampo, anche se sembra mancare ancora qualcosa in fase offensiva. L’arrivo di Pjaca, in tal senso, potrebbe essere sicuramente un colpo di mercato non indifferente, soprattutto se l’attaccante croato dovesse finalmente tornare quello di un tempo dopo tanta, troppa, sfortuna.

Come arriva il Genoa alla sfida con il Crotone

La serie A del Genoa, che sarà guidato in panchina da Rolando Maran, prenderà il via contro una neopromossa: ragione in più per non abbassare assolutamente la guardia, ma al contrario essere decisamente sull’attenti.

Il Crotone ovviamente, punterà sul bomber Simy, mentre Maran potrà contare in porta sull’agilità di Mattia Perin, confermato in prestito dalla Juve anche per questa stagione. Biraschi e Zapata saranno sicuramente titolari nella retroguardia a tre: l’assenza per squalifica di Masiello potrebbe aprire le porte a Radovanovic. A centrocampo, potrebbe avere la meglio ancora Schone in cabina di regia, relegando il nuovo acquisto Badelij in panchina. Maran potrebbe optare per Lerager, oppure Behrami, con Ghiglione a formare la coppia di mezzali, mentre sulle fasce dovrebbero quasi sicuramente agire Czyborra e Ankersen. E in attacco? A far sudare i difensori della squadra calabrese ci dovrebbe essere la coppia formata da Goran Pandev e Andrea Pinamonti.

Cosa manca per essere ancora più competitivi

Senza ombra di dubbio, il reparto che deve essere ritoccato, come dicevamo in precedenza, è l’attacco. Per il momento ci si chiede se Sanabria verrà confermato e se Pavoletti potrebbe sperare di tornare a Genova, dove aveva fatto decisamente bene qualche anno fa.

Manca ancora un po’ di chiarezza in riferimento al futuro che attende due giocatori importanti, come Criscito e Schone. E se a centrocampo tornasse Rincon, uno degli ex che probabilmente i tifosi riaccoglierebbero più volentieri? Non è un mistero che al Torino, quantomeno al giorno d’oggi, il profilo del General non parta certamente titolare ed ecco spiegato il motivo, magari negli ultimi giorni di calciomercato, qualcosa si potrebbe muovere.

Sempre a proposito di giocatori che non sono affatto centrali nel progetto della squadra a cui sono attualmente in forza, è risaputo che al Genoa il difensore dell’Inter Ranocchia piaccia e non poco. Ci saranno margini per un’intesa? Anche in questo caso, il calciomercato ci darà una risposta e, come ben sappiamo, tutto si concentrerà nelle ultime ore.