Home Politica Politica Genova

Elezioni e referendum 20-21 settembre 2020: come si vota

0
CONDIVIDI
Ultimi preparativi nei seggi elettorali a Genova

In Liguria 10 candidati alla presidenza della Regione

Domenica 20 e lunedì 21 settembre i cittadini di sette regioni italiane sono chiamati alle urne in occasione delle elezioni regionali. Si tratta di: Veneto, Campania, Marche, Liguria, Toscana, Puglia e Valle d’Aosta.

In tutte le regioni al voto, si potrà votare anche per il referendum sulla legge elettorale e, nel caso di oltre mille comuni, per le elezioni amministrative, le urne resteranno aperte domenica 20 dalle 7 fino alle 23lunedì 21 dalle 7 alle 15.

Ultimi preparativi nei seggi elettorali a Genova

In Liguria sono 16 i comuni al voto per rinnovare l’amministrazione locale.

Per agevolare l’afflusso ai seggi ed evitare assembramenti, ci saranno i volontari della Protezione civile.

In Liguria l’elettore potrà esprimere due preferenze: una per il presidente della Regione e una per una lista, ma si può votare anche solo una delle due.

Se la preferenza assegnata alla lista, il voto andrà anche a favore del candidato presidente che la lista sostiene.

Per gli elettori c’è anche la possibilità di esprimere un voto disgiunto.

In pratica per un candidato alla presidenza e per una delle altre liste a esso non collegate ed esprimere una doppia preferenza, di genere.

I due candidati consiglieri della stessa lista dovranno essere però di genere diverso, uomo e donna. In caso contrario verrà annullata la seconda preferenza.

Sono dieci i candidati alla presidenza della Regione Liguria: Giovanni Toti, sostenuto da Lista Toti Presidente, Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia-Liguria Popolare, Udc; Ferruccio Sansa, sostenuto da Lista Sansa Presidente, Pd, M5s, Europa Verde-DemoS-Cd e Linea Condivisa; Aristide Massardo, sostenuto da Italia Viva, +Europa e PSI-PVU; Riccardo Benetti, sostenuto da Ora rispetto per tutti gli animali; Marika Cassimatis, sostenuta da Base Costituzionale; Carlo Carpi, Lista Carpi-Graf; Giacomo Chiappori, sostenuto da Grande Liguria; Gaetano Russo sostenuto da Il Popolo della Famiglia e Democrazia Cristiana;  Alice Salvatore, sostenuta da Il Buonsenso e Davide Visigalli, sostenuto da Riconquistare l’Italia.