Home Spettacolo Spettacolo Genova

Fine del tour sul grande schermo per Game of Kings

0
CONDIVIDI
Fine del tour sul grande schermo per Game of Kings

Si chiude con la RAI e il cinema pieno a Genova Nervi.

Ultimo giorno di lancio nei cinema. Mattinata ospiti della RAI nel borgo di Balestrino con film commission Liguria e TG3 regionale. Serata al San Siro di Nervi, quasi sold out. Prossimo step la messa in onda nazionale in TV.

Un tour iniziato il 26 settembre al The Space cinema porto antico di Genova, dove la serie prodotta dall’associazione culturale d&e Animation fa registrare un risultato impressionante con oltre 500 persone in un unica serata, per poi passare nel Savonese con risultati complessivamente più che buoni. Colpo di coda di successo a Genova Nervi, in un cinema pieno di mercoledì sera, non facile di questi tempi.
La serie che valorizza la Liguria tra castelli, spiagge e location mozzafiato ha così ultimato il primo step. Ora tocca al piccolo schermo, dove la serie sarà messa in onda in prima serata nazionale da Telecity 7gold. Finalmente tutta Italia avrà la possibilità di vedere la regione Liguria all’interno degli episodi di Game of Kings, la serie scritta da Dario Rigliaco e diretta da Gioele Fazzeri. In attesa delle date per la proiezione televisiva, è possibile vedere i primi cinque episodi sul web, ultimo step del progetto. Conclude Dario Rigliaco, autore e responsabile della produzione indipendente: <<sono più che soddisfatto, abbiamo fatto un lavoro migliore rispetto all’anno scorso e sono orgoglioso dell’associazione che rappresento perché questi ragazzi hanno dimostrato di poter ambire a progetti complicati e professionali, una produzione vera, una “prima volta” nel cinema che ricorderemo per sempre. Sono molto contento del regista (G. Fazzeri), una persona con cui ho già ricominciato a lavorare, seppur in fase iniziale, a un nuovo film di cui sto ultimando la sceneggiatura in queste settimane. Sarà un qualcosa di nuovo ed esplosivo. Game of Kings è comunque all’inizio del lancio, il cinema è importante per noi ma lo è anche la TV. Il piccolo schermo ci permetterà di presentare il progetto a tutta l’Italia, dopo di che il web ci porterà oltre i confini nazionali. Bisogna fare tesoro della critica, andare avanti con la consapevolezza di valere, ma con l’umiltà e la volontà per migliorare e imparare a fare sempre qualcosa di più>>.