Home Sport Sport Genova

Fedeli si mette in luce al Giro di Ruanda dove vince Avila

0
CONDIVIDI
Avila vince a Karongi

GENOVA. 27 FEBBR. Edwin Avila ha vinto la quarta tappa del Giro di Ruanda, da Rubavu a Karongi, nella quale si è messo in luce anche l’ italiano Alessandro Fedeli, già vincitore della frazione inaugurale.
La fuga buona è andata via dopo una quindicina di chilometri: oltre a Fedeli ed ad Avila il gruppetto di fuggitivi comprendeva anche Araujo, Munyaneza, Lozano, Guillonet, Torres, Mugisha, Munyaneza, Mekseb, Debesay, Tesfom, Kangangie, Natarov ed Andemeske.

A metà tappa è partito Araujo che è stato in breve raggiunto da Mugisha, Torres ed Ávila. Il quartetto ha collaborato fino all’ inizio dell’ ultima salita della giornata: l’ impegnativa scalata del Congo Nil Center, lunga una decina di chilometri, che ha fatto ulteriore selezione. In vetta sono così rimasti in tre Avila, Mugisha e Torres, mentre il gruppetto degli immediati inseguitori è transitato a circa un minuto e mezzo.

I fuggitivi hanno collaborato solo a tratti, tanto che al traguardo gli inseguitori sono arrivati a pochi secondi: il successo è andato ad Avila, che ha preceduto Torres, Tesfom, Mugusha e Lozano. Fedeli è giunto ottavo, risalendo fino al 26° posto della generale, mentre il gruppo con la maglia gialla ha concluso con quasi sei minuti di distacco.

Questo l’ordine d’ arrivo della quarta tappa da Rubavu a Karongi: 1) Edwin Avila (Colombia) che compie i 102 chilometri del percorso in in 2 ore 37′ 32”; 2) Pablo Torres (Spagna), stesso tempo; 3) Sirak Tesfom (Eritrea) a 3”; 4) Mugisha (Ruanda) s.t.; 5) Lozano (Spagna) a 5”; 6) Guillonet (Francia); 7) Munyaneza (Ruanda); 8) FEDELI (Italia); 9) Debesay (Eritrea); 10) Natarov (Kazakistan).

Classifica generale: 1) Classifica generale: 1) Merhawi Kudus (Eritrea) in 5 ore 21′ 15”; 2) Taaramae (Estonia) a 17”; 3) Badilatti (Svizzera) a 45”; 4) Aguirre (Colombia) a 1′; 5) Tesfom a 4’14”; 6) Andemeskel a 4’29”; 7) Lozano a 4’40”; 9) Debesay ad 8’17”; 10) Munyaneza s.t.; 26) FEDELI a 20’25”; 43) SOBRERO a 27’51”; 69) MOZZATO a 49’55”.

Maglia bianca dei giovani: 1) Abrahem Debesay (Eritrea); 2) Munyaneza (Ruanda) s.t.; 3) Bellicaud (Francia) a 1’19”; 11) FEDELI a 6’50”; 16) SOBRERO a 19’32”; 27) MOZZATO a 51’58”.

Montagna: 1) Torres, 26; 2) Kudus, 21; 3) Mugisha,17.

Sprint: 1) Du Plooy, 14; 2) Rugg, 12; 3) Uwyzeimana, 6.
PAOLO ALMANZI