Home Sport Sport Genova

Entella-Cosenza 1-2, l’ex Tremolada condanna i liguri al ko

0
CONDIVIDI

Non arriva la seconda vittoria di fila al Comunale: l’Entella viene sconfitta 2-1 dal Cosenza dopo un ottimo primo tempo. Non basta il secondo gol in campionato di Costa, i rossoblù la ribaltano con le reti di Gliozzi e dell’ex Tremolada.

 

Qualche cambio per Vivarini, che conferma comunque gran parte degli undici visti in campo con il Pisa: Russo in porta; difesa con Coppolaro a destra, Poli e Chiosa centrali e Costa a sinistra; torna Nizzetto a centrocampo con la fascia da capitano, insieme a Koutsoupias e Brescianini; in avanti confermato il trio formato da Schenetti, Brunori e Capello.

 

Azione bellissima dell’Entella dopo 5 minuti: “puntata” da calcio a 5 di Brunori che non trova successo dopo una bella combinazione tra Costa e Schenetti. Pochi minuti dopo brutto colpo alle parti basse per Nizzetto, sfortunato a scontrarsi fortuitamente con Brescianini, dolore che lo costringe quasi al cambio. Brivido per Russo poi su una conclusione tesissima di Petrucci, finita fortunatamente a lato. Gran giocata di Koutsoupias al 19’: doppio passo e cross in mezzo per il colpo di testa vincente di Brunori, ma c’è fuorigioco. Ci prova anche Brescianini che vince un paio di rimpalli e si ritrova davanti a Falcone: conclusione debole e para agevolmente il portiere rossoblù. L’Entella è viva e fa sentire il fiato sul collo al Cosenza: conclusione alta di Schenetti da buona posizione sugli sviluppi di una rimessa laterale e miracolo di Falcone su splendida conclusione di Capello sul primo palo. Eurogol di Costa al 27’ e vantaggio Entella! Calcio d’angolo di Schenetti e spettacolare mancino di controbalzo di Pippo per l’1-0 biancoceleste. Secondo gol in campionato per lui dopo quello contro l’Empoli, sempre su corner. Gestiscono i Diavoli neri dopo il vantaggio, con un solo brivido su una conclusione ravvicinata di Carretta. Fischio parziale dunque: è un’Entella solida che ha più volte costretto Falcone ad interventi decisivi senza mai andare in affanno.

 

Ripresa che comincia con un cambio: Toscano dentro al posto di Nizzetto, ancora indolorito dal colpo preso ad inizio match. Trova la rete il Cosenza con Gliozzi dopo 7 minuti, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. L’attaccante si ripete dopo pochi secondi, ma questa volta il gol è buono: l’ex Tremolada pesca proprio Gliozzi che fa 1-1 di testa. Si ribalta tutto nel giro di pochi attimi, sfortunatamente per l’Entella: Toscano atterra Sciaudone in piena area e Tremolada trasforma dagli 11 metri. Russo per un soffio non arriva sul pallone e biancocelesti chiamati a rimontare. Cross basso di Brunori su cui nessuno riesce ad arrivare, poi un colpo di testa di Coppolaro, ma non basta per trovare il pari. Vivarini prova allora a scuoterla dalla panchina: dentro Cleur e Mancosu per Coppolaro e Capello. Altra occasione con un bel cross di Brunori su cui Falcone si tuffa prontamente, e altro cambio Entella: dentro Pavic per Costa e ritorno in campo per Mazzocco al posto di un ottimo Koutsoupias. Spinge l’Entella e conquista un calcio di punizione all’85’: conclusione al volo di Brunori ma l’arbitro ferma il gioco per un fallo di Poli. Ci prova anche Mancosu con un colpo di tacco a scavalcare Falcone, ma manca il guizzo decisivo. Si gioca pochissimo per continue interruzioni di gioco e Vivarini viene espulso per proteste poco prima del fischio finale: sconfitta che brucia per l’Entella, poco incisiva nella ripresa dopo l’improvviso vantaggio del Cosenza.

 

Zero punti per i biancocelesti, in un pomeriggio amaro: dopo l’ottima gestione nei primi 45 minuti non è arrivato l’episodio giusto per chiudere il match. L’improvviso uno-due del Cosenza ha permesso agli ospiti di portarla a casa. Appuntamento per cambiare marcia domenica 7 (ore 21.00) al Mapei Stadium di Reggio Emilia.