Home Cronaca Cronaca Savona

Enpa Savona sotto pressione per caduta nidiacei: aiutateci!

0
CONDIVIDI
L'Assiolo salvato dai volontare dell'ENpa ad Albisssola

Ci devono essere giovani coppie di assioli un po’ maldestre, che non sanno ancora attrezzare il nido che viene ricavato di solito in incavi di alberi o di vecchi edifici, e da cui quindi i piccoli nati cadono facilmente a terra.

E’ la conclusione a cui sono arrivati i volontari della Protezione Animali, che in pochi giorni ne hanno recuperati otto, tre solo a Cairo in zone diverse e gli altri a Garlenda, Albissola Mare, Spotorno, Loano e Pontinvrea; ora stanno bene e vengono alimentati e curati in attesa della liberazione.

Ma ancora peggio sembra facciano le civette, se a metà luglio e sempre nell’arco di pochi giorni, i volontari dell’Enpa ne hanno recuperate nove, due a Varazze, una in centro a Savona ed una rispettivamente a Finalborgo, Cengio, Borgio Verezzi, Albenga, Stella ed Orco Feglino.

Questi soccorsi vanno ad aggiungersi, senza contare 29 gattini di poche settimane da svezzare o malati, agli oltre 350 selvatici recuperati nel solo mese di luglio, in una pesantissima attività di volontariato che sta mettendo a dura prova la resistenza dei sempre pochi animalisti, che portano avanti, da soli e senza alcun aiuto da tanti altri animalisti “a parole” o “da internet”, l’attività della Protezione Animali savonese.

(In poche parole l’Enpa di Savona chiede un aiuto pratico affinchè, si rendano disponibili persone come figura di volontari).