Home Spettacolo Spettacolo Genova

Da giovedì entra nel vivo Performing Dreamworlds di Electropark a Genova

0
CONDIVIDI
Performing Dreamworlds
Colin Benders

Genova – Otto spettacoli all’insegna della multidisciplinarietà e della musica elettronica dal vivo, in programma da giovedì 6 e domenica 9 ottobre con artisti di calibro internazionale a solcare il palco della Claque. Si comincia giovedì 6 ottobre (dalle ore 20) con Dante Tanzi ed Eraldo Bocca, per poi proseguire venerdì 7 ottobre (dalle 22) con Hans-Joachim Roedelius e Sonambient e sabato 8 ottobre (dalle 22) con Marta De Pascalis e Colin Benders. Sempre sabato 8 ottobre (alle 19) vanno in scena i Poetic Punkers con lo spettacolo itinerante di danza “The ranch is empty” in Piazza Sarzano. Chiude il fine settimana domenica 9 ottobre (ore 17) “Mixing Giuni” di Officine Papage e Forevergreen (alla Claque). “Performing Dreamworlds” è un palinsesto dalla vocazione internazionale composto da più di quindici spettacoli multi/transdisciplinari, in programma fino a metà ottobre, riconosciuto dal Ministero della Cultura e sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Art-Waves e dal Comune di Genova nell’ambito del bando Genova Città dei Festival e da Regione Liguria.

I biglietti disponibili sul circuito Dice https://dice.fm/bundles/electropark-2022-mxyr

Mercoledì 5 ottobre (dalle 10 alle 22) alla Claque i musicisti under 35 del corso di musica elettronica del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova sono protagonisti di un workshop “Acusmatico” a porte chiuse, il cui esito sarà presentato sempre alla Claque, giovedì 6 ottobre (ore 20) con “Mara-Tones”, che vede la collaborazione con “Le Strade del Suono” oltre al Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, con gli esploratori nel campo della musica acusmatica ed elettroacustica Dante Tanzi ed Eraldo Bocca impegnati a eseguire un concerto in quattro atti con musiche di Iannis Xenakis e Aphex Twin.

Tre gli eventi in programma per venerdì 7 ottobre: si parte alle 22 alla Claque con “Roedelius 88 show”, in collaborazione con il Goethe-Institut Genua, del longevo compositore Hans-Joachim Roedelius che mette in scena uno spettacolo dal vivo in cui il pianoforte diviene il ponte fra i mondi della classica, dell’ambient music e dell’elettronica. A seguire (ore 23.30) il live del musicista elettronico torinese Sonambient che, partendo dal suo ultimo album “Controforma”, presenta un long live set che dalle sonorità ambientali tocca la techno da dancefloor. Molto ricca anche la giornata di sabato 8 ottobre: si comincia alle 19 in modalità itinerante con “The ranch is empty”, performance urbana del collettivo Poetic Punkers che sviluppa progetti interdisciplinari di danza contemporanea e di teatro fisico basandosi sul virtuosismo e sulla performance dell’interprete, al servizio di un’affermazione teatrale contemporanea. Si prosegue alla Claque, ancora una volta scenario di esibizioni dal vivo dalla forte tecnica performativa e dall’alto registro artistico, con la musicista e sound designer italiana di base a Berlino Marta De Pascalis dal vivo (ore 22) accompagnata dai suoi synth fra elettronica sperimentale e psichedelia. A seguire (ore 23.30) la performance techno dal vivo di Colin Benders, vero avanguardista nell’utilizzo dei sistemi modulari e fondatore di The Kyteman Orchestra, che presenta uno spettacolo dal forte impatto acustico con modulari e . Il weekend lungo alla Claque si conclude domenica 9 ottobre (ore 17) insieme a Officine Papage con “Mixing Giuni” (alla Claque), happening di ascolto e co-progettazione con il pubblico dello spettacolo omaggio all’artista italiana icona della musica elettronica italiana anni ‘80/’90. I biglietti disponibili sul circuito Dice https://dice.fm/bundles/electropark-2022-mxyr

 

SABATO 15 OTTOBRE – MAX COOPER IN ANTEPRIMA ITALIANA CON “UNSPOKEN WORLDS”

A calare il sipario sul palinsesto di “Performing Dreamworlds” è il produttore, dj e scienziato con un PhD in biologia computazionale Max Cooper che presenta in prima italiana il suo nuovo show A/V “Unspoken Words”. La première mondiale alla Roundhouse di Londra è solo uno dei diversi traguardi raggiunti dall’artista britannico: il primo a essersi esibito all’Acropoli di Londra e autore delle musiche per un video presentato al COP26 con letture di Greta Thunberg e Papa Francesco. In “Unspoken Words” la componente visiva ha un ruolo predominante, grazie alle proiezioni su due schermi sovrapposti con l’artista al centro. Lo spettacolo audio-visivo di Max Cooper è in calendario sabato 15 ottobre alle 21.00 al Teatro Gustavo Modena (Teatro Nazionale di Genova).

 

BIGLIETTI PERFORMING DREAMWORLDS: https://dice.fm/bundles/electropark-2022-mxyr

 

PERFORMING DREAMWORLDS

«La musica elettronica non è solo clubbing – racconta Alessandro Mazzone di Forevergreen, direttore di Electropark – e incontrandosi con danza, arte visiva, teatro e circo riesce a creare atmosfere ed esperienze molto suggestive per artisti e pubblico». Un programma dalla vocazione internazionale e, soprattutto, multi/transdisciplinare, riconosciuto e valorizzato ulteriormente dall’entrata nel Fondo Unico dello Spettacolo promosso dal Ministero della Cultura. «È un gran onore – aggiunge Mazzone – essere l’unico festival multidisciplinare a prevalenza musicale in Liguria riconosciuto dal Ministero della Cultura per il prossimo triennio 2022-24. La nostra visione è quella di sostenere la cultura della musica elettronica e favorire scambi tra artisti di discipline diverse ma complementari, tra artisti internazionali e nuove produzioni emergenti, tra pubblico e luoghi riscoperti. Ma non solo: da più di dieci anni promuoviamo la capacità di essere in rete tra collettivi, artiste, realtà del territorio, con l’obiettivo di scoprire il nuovo e migliorare l’offerta culturale della città per proiettarla sul piano nazionale e internazionale. Nel 2023 intendiamo approfondire ancora questo approccio caratterizzante di Forevergreen e di Electropark, anche in vista del Festival di tre giorni nel 2023 che sarà a Genova da venerdì 14 a domenica 16 luglio 2023».

 

IL TEMA DI ELECTROPARK 2022: “DREAMWORLDS”

Il 2022 di Electropark è ampio e multidisciplinare, con un programma diviso in due momenti (il festival a luglio e la programmazione multidisciplinare da settembre) e scandito dalla dimensione onirica del tema dell’undicesima edizione: “Dreamworlds”. «Per i prossimi tre anni – spiega Anna Daneri, co-direttrice artistica di Electropark – la programmazione ha come fil rouge il tema “Worlds”, declinato nel 2022 in “Dreamworlds”. Le diverse emergenze che il pianeta sta attraversando (climatica, ecologica, pandemica, umanitaria, economica, sociale) pongono l’umanità di fronte all’urgenza di prendersi cura del mondo e le arti come la musica elettronica, le arti visive, il teatro e la danza possono aiutarci a immaginare un futuro differente, offrendo diverse prospettive da cui guardare alla realtà, perché solo nella complessità degli sguardi si può trovare una via di salvezza dei mondi che abitiamo».

 

LUOGHI, SOSTENIBILITÀ, INCLUSIONE E PARITÀ DI GENERE

Anche nel 2022 Electropark mantiene il proprio tratto distintivo: la scelta di luoghi “inediti” e particolarmente rappresentativi del patrimonio artistico e culturale della città di Genova. La grande attenzione rivolta da Forevegreen alle tematiche ambientali si riflette, attraverso Electropark, nell’adozione di buone pratiche e comportamenti in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Tra queste figurano la certificazione di festival Plastic Free ottenuta da Worldrise, associazione con cui prosegue la collaborazione al fine di sensibilizzare il proprio pubblico sui temi dell’inquinamento dei mari e della pesca sostenibile. Un altro obiettivo del festival è di ridurre il più possibile il proprio impatto sull’ambiente, impegnandosi in una raccolta differenziata efficace e nella promozione della mobilità sostenibile per rendere la città una comunità sostenibile. Electropark fa inoltre parte di KeyChange, network globale supportato da Creative Europe che lavora per raggiungere la piena parità di genere nell’industria musicale. Per questo motivo il palinsesto di Electropark 2022 garantirà pari rappresentanza di genere e di provenienza geografica globale degli artisti coinvolti.

 

ELECTROPARK

Electropark è un festival di musica elettronica e arti performative attivo dal 2012 e basato a Genova, uno dei centri urbani più affascinanti del Mediterraneo. Attraverso un viaggio musicale con artisti e artiste di fama mondiale, Electropark valorizza l’identità, la storia e l’ecosistema cittadino, dando vita a una programmazione incentrata sull’ibridazione dei linguaggi artistici, la contaminazione culturale e l’apertura a nuove frontiere. Dalla sua nascita a oggi, Electropark ha portato a Genova l’avanguardia della musica elettronica internazionale, ospitando tra gli altri artisti del calibro di Andrew Weatherall, Ben UFO, Atom™, Caterina Barbieri, Or:la Shackleton, Legowelt, Laurel Halo & Eli Keszler, Robert Henke, Alva Noto, Massimiliano Pagliara, William Basinski con Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand, Lubomyr Melnyk, Dasha Rush, Francesco Tristano, Lafawndah, Dj Marcelle, Invernomuto, Giant Swan, Joey Anderson e altri.

Electropark è un progetto di Forevergreen.fm, impresa culturale creativa attiva nel settore dello spettacolo dal vivo nel comparto della musica e della cultura contemporanea. Electropark ha ricevuto il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ART~WAVES. Per la creatività, dall’idea alla scena” che guarda al consolidamento dell’identità creativa dei territori attraverso il sostegno alla programmazione nel campo delle performing arts e alla produzione creativa contemporanea, unendo ricerca, produzione, offerta e distribuzione in una logica di ecosistema per rafforzare le vocazioni artistiche del territorio. Il progetto è sostenuto da Ministero della Cultura, Regione Liguria e Comune di Genova e da Goethe-Institut Genua. È sviluppato in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Teatro Nazionale di Genova, Fondazione Luzzati Teatro della Tosse, Porto Antico di Genova, Coldiretti Pesca Liguria, Mu.MA, Associazione Promotori del Mare, e con enti di formazione come l’Accademia Ligustica di Belle Arti, il Conservatorio N. Paganini, l’Università degli Studi di Genova e cheFare, Southern Bird Ltd. UK, Dice, MEET digital culture center, e altri enti, festival e reti come Suq Festival Teatro, Associazione Officine Papage, Associazione Le Strade del Suono, Associazione Gezmataz, Associazione Echo Art, Associazione Sarabanda, Levante Music Festival, Cooperativa il Ce.STO, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, rete Nuovo Sestiere del Molo, rete SMG Sistema Musica Genova, Alesbet e Circuito Cinema Genova. I Media Partner di Electropark Festival 2022 sono SentireAscoltare, Rockit, Parkett Channel e T-Mag. L’evento ha il patrocinio di Rai Liguria.

Electropark 2022 è parte della rete di Performing +, progetto di Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Osservatorio Culturale del Piemonte per il rafforzamento delle competenze – in ottica di sviluppo sostenibile – di una comunità di enti di spettacolo dal vivo operanti in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

 

TICKETS: https://dice.fm/bundles/electropark-2022-mxyr

instagram.com/electropark
facebook.com/electroparkfestival
electropark.it