Home Consumatori Consumatori Genova

Cosa si può mangiare e bere per affrontare il caldo torrido?

0
CONDIVIDI
Cosa si può mangiare e bere per affrontare il caldo torrido?

L’estate è amata dalle persone che possono andare in vacanza o chi ha tanto tempo libero, ma è in parte odiata, da chi deve lavorare e vorrebbe fare un bel salto nel fresco mese di settembre.

L’estate a tutti porta anche stanchezza, irritabilità e nei casi più seri anche abbassamenti di pressione e per chi fa bisbocce complicazioni gastrointestinali.

Per non rovinarci né la vacanza né la permanenza sul lavoro è importante mangiare e bere in modo corretto per affrontare il caldo torrido. E’ necessario alimentarsi correttamente ed assumere la giusta quantità di liquidi. Ci permettiamo di dare semplici consigli per superare queste calure senza guai.

Iniziamo con i cibi che si dovrebbe evitare: intingoli, salumi e formaggi grassi, bibite gassate e molto fredde e liquori ad alta gradazione alcolica. Questi alimenti pur essendo buoni e trasgressivi per animare la vacanza ostacolano molto la digestione; aggiungiamo anche i fritti di pesce o bei funghi che rientrano tra i piatti più amati delle sere estive.

Quindi cosa mangiare e bere per non fare indigestione e godersi in tranquillità la vacanza o alleviare la sofferenza dell’ufficio? Naturalmente frutta e verdura in tutte le forme: frullati, centrifugati, insalate e creme. Prendere l’abitudine ai piatti unici come ad esempio leggere e nutrienti panzanelle che aiutano a purificare l’organismo o un piatto di pasto condita con olio extravergine di oliva ligure o un semplice sugo al pomodoro fresco.

Passiamo alla frutta e verdura sono cibi poco calorici ma ricchi di vitamine e sali minerali che aiutano a reintegrare quelli persi con la sudorazione e i calori della spiaggia o un escursione in montagna. Non dimenticate di portare in tavola: anguria ricchissima di acqua, melone che ha un alto contenuto in potassio, ananas ed aiuta ad eliminare le tossine, frutti di bosco la forte presenza di polifenoli e antocianine li rendono un valido aiuto in caso di problemi circolatori, pomodori rinfrescanti e diuretici, carote grande fonte di sali minerali e betacarotene, peperoni che contengono moltissima vitamina C.

Se avete scelto una dieta vegana, già nei mesi invernali, ricordate che i fagioli sono ricchi in proteine e ferro e sono buoni in fresche insalate. Naturalmente se avete particolari problemi di salute affidatevi ai consigli del vostro medico, nelle località di vacanza si trovano facilmente e sono anche gentili.

Per affrontare la giornata con energia fate sempre colazione: frutta, yogurt e cereali vi daranno la giusta carica per affrontare la giornata. A pranzo potete concedervi un bel piatto di pasta come abbiamo già consigliato, mentre a cena scegliete cibi più leggeri come il pesce bollito con maionese o al forno con olive e pomodorini pachino, o belle insalate con uova sode.

Non avete, giustamente, voglia di cucinare …. quante volte lo diciamo? Il caldo se è molto intenso toglie l’appetito. Fortunatamente piatti come creme, frullati si cucinano in un attimo e ci impediscono di saltare i pasti. Tuttavia queste preparazioni non sempre riescono a coprire il fabbisogno giornaliero di tutti gli elementi nutritivi allora rivolgetevi ad un serio dietologo medico, ma non fidatevi influenzare da improvvisatori e saccenti nutrizionisti che devono far quadrare il bilancio del proprio negozio. ABov.