Home Cronaca Cronaca Genova

Contrasto allo spaccio: arrestato senegalese, denunciato gambiano

0
CONDIVIDI
Contrasto allo spaccio: arrestato senegalese, denunciato gambiano

La polizia ha arrestato ieri sera per spaccio di sostanze stupefacenti un 40enne senegalese disoccupato, senza fissa dimora e già con numerosi precedenti per lo stesso motivo, e ha denunciato sempre per lo stesso reato un uomo di 39 anni di origini gambiane disoccupato e regolare sul territorio nazionale.

Nel primo caso, durante un servizio di controllo del territorio, i poliziotti delle volanti della Questura di Genova, coadiuvati dai militari dell’Esercito Italiano, sono intervenuti nei pressi dei Giardini “Ai caduti nei Lager Nazisti”, poiché erano stati insospettiti da un uomo che, ad ogni loro passaggio in quella via, aveva mostrato irrequietudine cercando di allontanarsi nelle direzioni più disparate.

Gli agenti hanno così deciso di controllare l’uomo, considerato anche il luogo già noto alle Forze dell’Ordine come zona di spaccio.

Il senegalese sentendosi ormai alle strette ha tentato di dileguarsi, con una folle fuga, incurante anche dei pericoli del traffico veicolare cittadino, ma la sua corsa è terminata poche centinaia di metri dopo, raggiunto ormai dai poliziotti e dai militari.

Durante il controllo gli operatori hanno scoperto che l’uomo aveva con sé 35 involucri in cellophane, pronti alla vendita, contenenti vari tipi di sostanza stupefacente, per un peso complessivo di circa 85 grammi e un ingente somma in danaro contante.

Il 40enne è stato condotto in Questura in attesa del processo per direttissima.

Nel secondo caso, ancora durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti di una delle volanti della Questura di Genova hanno denunciato un gambiano sempre per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

L’uomo stava percorrendo vico del Santo Sepolcro e alla vista degli agenti ha tentato di fuggire nella direzione opposta, ma la sua corsa è stata breve.

Trovandosi alle strette il 39enne ha cercato di disfarsi gettandoli a terra di alcuni involucri in cellophane, prontamente recuperati da uno degli agenti. Dalle successive analisi tali  involucri risulteranno contenere sostanza del tipo marijuana con un peso complessivo di 11 grammi.