Home Spettacolo Spettacolo Savona

Concerto di Musiche Sacre oggi a Casanova di Varazze

Concerto di Musiche Sacre oggi a Casanova di Varazze, Sabato 10 giugno 2023 alle ore 21:15 nel centro di Casanova
Concerto di Musiche Sacre oggi a Casanova di Varazze, Sabato 10 giugno 2023 alle ore 21:15 nel centro di Casanova

Concerto di Musiche Sacre oggi a Casanova di Varazze, Sabato 10 giugno 2023 alle ore 21:15 nel centro di Casanova

Sabato 10 giugno 2023 alle ore 21:15 a Casanova di Varazze, nella Chiesa Parrocchiale della Natività di Maria Santissima, si terrà un “Concerto di Musiche Sacre” di: E. Gigout, E. Dethier, J. G. Rheinberger, F. de la Tombelle, J. Langlais, F. Peeters. E con: Maria do Céu Alexandrino, mezzosoprano; Cantoria “S. Nicolò” di Albisola Superiore; Antonio Delfino, harmonium e direzione.

Accanto al repertorio sinfonico per coro e orchestra, i grandi maestri del passato hanno composto una cospicua quantità di musiche per la liturgia, sia destinate ai grandi organici delle cappelle corali più importanti, sia previste per le compagini più ridotte che operavano in chiese periferiche o in centri minori. Se nelle chiese più piccole mancava spesso il grande organo o se il servizio liturgico era previsto per feste minori o per giorni feriali, si cominciò dalla metà del XIX secolo (e fino all’epoca del Concilio Vaticano II) ad usare l’harmonium, strumento per accompagnare le voci più maneggevole e facilmente spostabile.

Il presente programma propone principalmente una scelta di musiche per piccolo coro (qui limitato alle sole voci femminili) dal tardo Ottocento alla prima metà del Novecento.

Il ‘fil rouge’ portante si delinea nell’esecuzione integrale della Missa puerorum op. 62, a una voce di Josef Gabriel Rheinberger, che prevede l’accompagnamento dell’harmonium in alternativa all’organo. Nelle cinque parti che la costituiscono, l’autore infonde al testo latino quella grande espressività tipica del periodo romantico che si traduce in ampi archi melodici o in intense frasi recitative.

Fanno da cornice all’Ordinarium missae due brevi mottetti a due voci di autori della scuola belga, mentre alla voce solistica del mezzosoprano è riservato il mottetto Ave verum in lingua francese di Jean Langlais e il Benedictus, parte centrale del Sanctus di Rheinberger. Alcuni brevi pagine per harmonium solo si integrano come intermedi ai pezzi corali in funzione ideale di Proprium missae. – (A. Delfino)

Articolo precedenteSamp, Audero: mi auguro che ci sia un futuro consono alla storia del club
Articolo successivoL’Isola che non c’è ha festeggiato al Boschetto di Varazze