Home Spettacolo Spettacolo Genova

Chiavari in festa: La statua di Mazzini compie 130 anni

0
CONDIVIDI
Chiavari in festa: La statua di Mazzini compie 130 anni

La Commissione Europea commemora l’anno europeo del patrimonio culturale, promuovendo l’iniziativa “Animus Loci”. Un itinerario culturale attraverso luoghi italiani, che per ragioni storiche e culturali, hanno fondamenti di valenza europea. La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e dal Mibact, ha inserito la città di Chiavari dov’è conservato il manoscritto della “Giovine Europa” di Mazzini (Europa dei Popoli)

La Società Economica, che custodisce il prezioso manoscritto mazziniano intitolato “Giovine Italia” (15 aprile 1834), si è fatta promotrice, insieme alla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e in collaborazione con il Comune di Chiavari e l’Associazione Mazziniana Italiana, di una giornata carica di significato. La concomitanza temporale ha fatto coincidere l’iniziativa europea con la data del 130° anniversario dell’inaugurazione del monumento a Giuseppe Mazzini, opera di Augusto Rivalta, che campeggia nella piazza omonima, cuore pulsante della città. Chiavari ebbe un rapporto speciale con i due “Giuseppe” del Risorgimento Italiano e dell’Unità d’Italia: Mazzini e Garibaldi, che videro i loro cammini e le loro radici intrecciarsi proprio su questo territorio.

«Un’occasione di prestigio e irrinunciabile, che permetterà anche di far sentire più vicine quelle istituzioni, che in questo momento storico, il cittadino sente più distanti.» Commenta il Sindaco Marco di Capua, al quale fa eco il presidente della Società Economica, Francesco Bruzzo: «Sarebbe bello avere una piazza piena di gente, come in quel 20 maggio del 1888 quando venne inaugurata la statua di Mazzini nell’omonima piazza – e aggiunge – Ambientare la giornata di sabato proprio in piazza Mazzini, la più piazza fra tutte le piazze di Chiavari, carica di significato ancor più profondo questa importante iniziativa.

Questo spazio urbanistico, infatti, è stato teatro vivo e pulsante di un fenomeno storico importantissimo, che per una serie di casualità o circostanze favorevoli, fa di Chiavari la prima tappa di questo itinerario». Aggiunge un dettaglio Silvia Stanig, vicesindaco e assessore alla cultura: «Grazie alla diretta streaming la città di Chiavari andrà letteralmente in Europa, non sarà dunque soltanto una celebrazione locale ma un momento culturale importante di condivisione».

Il programma della giornata di venerdì 25 maggio:
Ore 16.45: Introduzione musicale della storica Filarmonica di Sestri Ponente (la formazione musicale che per prima suonò l’inno di Mameli il 12 dicembre 1847)

Ore 17.00: Inizio della manifestazione “Animus Loci”
Esecuzione degli inni, europeo ed italiano Saluti istituzionali: Sindaco della Città di Chiavari, Marco Di Capua
Presidente della Società Economica, Francesco Bruzzo Presidente dell’Associazione Mazziniana Italiana, Agostino Pendola

A seguire avrà luogo un incontro con i parlamentari europei, moderato da Marco Zatterin, giornalista V.D. de La Stampa, corrispondente da Bruxelles

Intervengono: On. Tiziana Beghin On. Brando Benifei On. Massimiliano Salini On. Angelo Ciocca

Sarà presente Beatrice Covassi, responsabile della Rappresentanza della Commissione Europea a Roma.
Ore 19.00: Conclusione musicale a cura della Filarmonica di Sestri Ponente
I parlamentari interagiranno con il pubblico, che potrà rivolgere loro domande inerenti temi europei, anche di interesse per il nostro territorio, un’occasione per conoscere più da vicino, partendo dalla città dove l’Europa mosse i suoi primi passi, a che punto sia giunto il cammino di questa istituzione, immaginata nel documento del 15 aprile 1834 su input di Giuseppe Mazzini. Nel corso della manifestazione, trasmessa in diretta streaming, grazie alla partnership con la RAI, verrà data lettura dell’Atto di Fratellanza, documento mazziniano istitutivo della Giovine Europa, conservato, insieme ad altri cimeli dell’eroe risorgimentale, presso la Società Economica di Chiavari. ABov.