Home Cultura Cultura Italia

Aldo Cazzullo torna con Le italiane

0
CONDIVIDI
Aldo Cazzullo torna con, Le italiane
Aldo Cazzullo torna con, Le italiane

Aldo Cazzullo torna con, Le italiane, Il Paese salvato dalle donne, sono loro le custodi dell’identità italia­na

Aldo Cazzullo torna con, Le italiane, il Paese salvato dalle donne, partendo da questa convinzione, Aldo Cazzullo rievoca le figure, il carattere e le storie delle italiane che ha conosciuto.

Un racconto a più voci che è anche un viaggio dentro l’animo femminile e nella comunità nazionale.

Dalle centenarie che hanno fatto l’Italia, come Franca Valeri e Rita Levi Mon­talcini, alle giovani promesse di oggi, come Chiara Ferragni e Bebe Vio. Donne di potere, come Nilde Iotti e Miuccia Prada, e donne di parola, da Oriana Fallaci a Inge Feltrinel­li.

Per arrivare a oggi: chi ha salvato l’Italia nell’anno terribile della pandemia? Noi dicia­mo medici e infermieri, al maschile. Ma non solo la maggioranza delle infermiere sono donne; sono donne la maggioranza dei gio­vani medici.

Neppure il lockdown ha ferma­to le cassiere dei supermercati, le edicolanti, le poliziotte, le farmaciste, le professoresse che hanno fatto lezione on line, le mamme che hanno lavorato e badato ai figli rimasti a casa, le nonne che hanno corso rischi pur di prendersi cura dei nipoti.

In queste pagine si raccontano in prima per­sona attrici come Monica Bellucci e Stefa­nia Sandrelli, cantanti come Laura Pausini e Gianna Nannini, campionesse dello sport come Valentina Vezzali e Federica Pellegrini.

Scrittrici come Dacia Maraini, critiche come Fernanda Pivano, editrici come Elvira Sel­lerio.

Ma compaiono anche figure storiche come Chiara d’Assisi, patriote, partigiane, combattenti. Alcune non ci sono più, altre hanno tutta la vita davanti. Samantha Cristo­foretti ha conquistato lo spazio, Nives Me­roi l’Himalaya, Sofia Viscardi la Rete.

Tante hanno sofferto moltissimo, sia pure in modi diversi: Alda Merini in manicomio, Vittoria Leone nelle stanze del potere, Maria Romana De Gasperi quando il padre era nelle carceri fasciste.

Molte testimoniano che l’Italia re­sta purtroppo un Paese maschilista; ma tut­te confermano che la grande avanzata delle donne è appena cominciata.

ALDO CAZZULLO, (Alba, 1966) è inviato e editorialista del «Corriere della Sera», dove cura la pagina delle Lettere. Da diciassette anni tiene su «IoDonna» la rubrica Quello che gli uomini non dicono. I suoi libri sull’Italia hanno ven­duto oltre un milione di copie.