Home Spettacolo Spettacolo Savona

AG NOIR Andora sarà dedicato al caso Tortora

0
CONDIVIDI
AG NOIR Andora sarà dedicato al caso Tortora

Chiude, questa sera, la VI edizione del Festival di Andora; la serata sarà interamente dedicata al Caso Tortora

Sono previste preziose testimonianze di chi ha vissuto in prima persona la vicenda giudiziaria e, nel corso della serata, la proiezione del documentario di Ambrogio Crespi.

“Un racconto, dice il regista Ambrogio Crespi, che con grande sensibilità si affaccia in punta di piedi nella vita di un grande personaggio televisivo, amatissimo dal pubblico caduto in un buco nero, quello della malagiustizia dal quale è uscito combattendo con grande coraggio e grande dignità”.

Andora, ogni estate, è la patria del noir dove i detectives nati dalla fantasia degli scrittori si incontrano con gli investigatori che ogni giorno indagano sui casi di cronaca italiana. E’ questa la formula consolidata e di successo del Festival letterario AG NOIR, che si nell’Anfiteatro dei Giardini di Palazzo Tagliaferro.
Dopo due serate intense ed emozionanti che hanno visto alternarsi sul palco autori, criminologi e giornalisti che hanno offerto al pubblico la possibilità di scoprire nuove proposte letterarie e  di approfondire, con la presenza di ospiti d’eccezione quali il Generale Luciano Garofano e il conduttore della trasmissione Quarto Grado  Gianluigi Nuzzi  il caso Vannini, la rassegna promossa dal Comune di Andora e  dagli Assessorati al Turismo, alla Cultura e alle Associazioni del Comune di Andora con la direzione artistica di CEContemporary si avvia alla conclusione con l’approfondimento di una delle vicende giudiziarie che hanno segnato nel profondo l’opinione pubblica italiana il Caso Tortora, a 37 anni dall’arresto, una storia divenuta il simbolo degli errori giudiziari in Italia.

Questa sera il focus sarà dedicato quindi al caso Tortora ospiti Valentino Maimone fondatore dell’associazione Errorigiudiziari.com, e in collegamento esterno Francesca Scopelliti giornalista e compagna di Enzo Tortora, Raffaele Della Valle, avvocato penalista che difese Enzo Tortora a fianco del Professore Alberto Dall’Ora e il regista Ambrogio Crespi che ha reso disponibile per questa serata un prezioso documentario che ripercorre le tappe di questa tragica vicenda  “Enzo Tortora, una ferita italiana”

“Il Festival AG NOIR  non poteva mancare nell’estate di Andora dove abbiamo voluto riproporre tutte le nostre manifestazioni seppur in forma ridotta – spiega Maria Teresa Nasi, Assessore alla Cultura del Comune di Andora che con il vice sindaco Patrizia Lanfredi ha curato l’organizzazione di questa edizione – Proporremo al pubblico alcuni libri che potranno accompagnare le loro vacanze, ma anche momenti di riflessione di importanti casi di cronaca analizzati insieme a professionisti dell’investigazione. Ringraziamo gli autori che hanno accettato il nostro invito a presentare ad Andora i loro libri malgrado il breve preavviso legato all’emergenza covid-19. L’ingresso  è libero, ma  con i posti contingentati. Per coinvolgere il pubblico che da sempre segue con interesse il festival realizzeremo delle piccole dirette sui social”.