Home Politica Politica Genova

Accoltellamento Antifa a Genova: indagato di CasaPound non risponde al pm

0
CONDIVIDI
La foto pubblicata su Fb da Genova Antifascista

Inchiesta su aggressione e accoltellamento ai danni di un estremista Antifa dello scorso 12 gennaio nei pressi della sede di CasaPound a Genova tra via Montevideo, piazza Alimonda e corso Buenos Aires.

Oggi pomeriggio in procura, il pm Marco Zocco ha interrogato il responsabile provinciale di CasaPound Christian Corda, che risulta indagato insieme al 38enne Federico Gatti e al 32enne Manuel Di Palo.

L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere.

I tre erano stati accusati in un primo momento di tentato omicidio, mentre ora il capo d’imputazione è stato derubricato in lesioni aggravate in concorso.

La presunta aggressione era avvenuta a poca distanza dalla sede del movimento di estrema destra alla Foce, dopo che alcuni estremisti di sinistra avevano attaccato manifesti Antifa proprio nei pressi dello spazio di CasaPound.

Secondo quanto denunciato, la vittima sarebbe stata accoltellata alla schiena e, in un secondo tempo, Genova Antifascista aveva pubblicato la foto della ferita su Facebook.

Lo scorso luglio gli investigatori della Digos avevano sequestrato gli smartphone e altro materiale a una dozzina di giovani di Casapound e del Blocco Studentesco.