Home Consumatori Consumatori Genova

Abbonamento integrato per la Valbisagno, Atp: nessuna fusione con Amt

0
CONDIVIDI
La linea del levante Atp

Continuano le attività di miglioramento da parte di Atp Esercizio per le proprie linee soprattutto nell’entroterra di Genova.

La società presieduta da Enzo Sivori e il cui referente è la Città Metropolitana, dopo aver presentato nelle ultime settimane il nuovo capolinea di Brignole e il nuovo sconto per gli abbonati della Valle Stura che utilizzano treno e bus, dall’inizio della prossima settimana consentirà agli utenti di Amt di poter utilizzare i propri mezzi senza dover acquistare un secondo abbonamento e in relazione alle tratte urbane della Valbisagno della linea M.

«La nostra disponibilità e collaborazione a favore dei cittadini prosegue – spiega Claudio Garbarino, consigliere delegato ai trasporti della Città Metropolitana – mi fa piacere che l’amministrazione genovese abbia recepito il senso dell’iniziativa, collaborando con noi. Atp Esercizio è un’azienda che dopo tanti anni è tornata sul mercato, si lancia in nuove iniziative, punta a crescere offrendo sempre migliori servizi».

Le tratte della linea M interessate sono quelle che collegano Genova centro a Bargagli fino alla zona del Vivaio carbone, a ponte Cavassolo e a Creto. «Credo che sia importante sottolineare anche la buona collaborazione con tra Atp e Amt e tra Città Metropolitana e Comune di Genova, che recepisce le nostre iniziative a favore di chi viaggia. Abbiamo in serbo altre novità in linea con le indicazioni del sindaco Marco Bucci, che vuole un’azienda pubblica e sempre più vicina ai cittadini» aggiunge Garbarino. Per quanto riguarda l’autonomia di Atp Esercizio: «C’è ancora qualcuno che confonde Atp Spa, che si è fusa con Amt Spa, con Atp Esercizio che è una società autonoma, con un suo cda, i suoi dirigenti e i suoi 426 dipendenti. Sorprende che ci sia ancora chi confonde le due società e le due situazioni».