Home Spettacolo Spettacolo Imperia

A Cervo Casal Quartett in concerto

0
CONDIVIDI
A Cervo Casal Quartett in concerto
Casal Quartett

A Cervo Casal Quartett in concerto domani, 24 agosto, alle ore 21:30 nella Piazza dei Corallini. Penultimo appuntamento della stagione 2021.

A Cervo Casal Quartett in concerto il 24 agosto

Appuntamento con il recital del Casal Quartett domani.

Il 58° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo giunge al suo penultimo appuntamento per la stagione 2021 con un appuntamento che richiama la grande tradizione cameristica:

martedì 24 agosto alle 21.30 la Piazza dei Corallini ospiterà infatti il recital del Casal Quartett.

Un concerto realizzato in collaborazione con il Levanto Music Festival – Massimo Amfiteatrof che presenterà capolavori di Mozart, Sibelius e Beethoven, fra cui il celebre Quartetto “Razumovsky”.

A Cervo Casal Quartett in concerto
Casal Quartett

Casal Quartett

Fondato nel 1996, il Casal Quartett ha affascinato i pubblici di tutto il mondo con una musicalità ispirata e precisa.

I quattro membri  vedono la musica per quartetto d’archi come uno dei più versatili generi musicali, e sono altrettanto a loro agio nella musica del XVII sec., come nel Tango Nuevo, nel jazz o nella musica contemporanea.

Il loro repertorio spazia dalla musica del Seicento fino alle composizioni di autori contemporanei.

Nel 2020 il Casal Quartett ha creato un progetto tematico su Beethoven che non solo comprende la sua musica, ma ne illustra anche il periodo, le influenze e la produzione dei suoi contemporanei.

Il Casal Quartett è formato da Felix Froschhammer –  violino, Rachel Späth – violino, Markus Fleck – viola, Sebastian Braun– violoncello.

Intorno al Festival: vivere Cervo

Il Festival di Cervo sarà anche un’occasione per scoprire il borgo: nelle serate di musica, il Polo museale del Castello dei Clavesana resterà aperto e visitabile dalle 16.00 alle 23.00.

Il Festival di Cervo aderisce alla campagna #IoVivoLaSclerosiMultipla.

Per tutte le serate di spettacolo del 2021 ospita l’iniziativa “Siamo sicuri di sapere cosa sia la sclerosi multipla?”.

Con approccio inclusivo, ironico e leggero si rivolge alle nuove generazioni per contribuire a diffondere informazioni su una malattia apparentemente conosciuta, ma che nasconde ancora diverse zone d’ombra.

Promossa dall’omonima associazione capitanata dalle giovani Federica Frazzitta e Chiara Generini.

L’iniziativa ha già toccato Firenze e Milano con un positivo riscontro di pubblico e giunge ora a Cervo in occasione del Festival Internazionale di Musica da Camera.

Durante le serate del 58esimo Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, all’Oratorio di Santa Caterina, sede della biglietteria, sarà allestito un percorso per immagini dove saranno protagonisti gli scatti del maestro Settimio Benedusi;

grandi ritratti in bianco e nero che raccontano testimonianze di vita vera.

La campagna punta a diventare un fenomeno virale attraverso una diretta provocazione rivolta al pubblico.

Questo per incentivare la conoscenza della patologia e, aiutandone la  condivisione, migliorare così anche lo stile di vita di chi vive quotidianamente la malattia con messaggi di fiducia e positività.

Per il secondo anno successivo la platea sarà ridotta a causa delle misure legate all’emergenza sanitaria.

Biglietteria e informazioni 

I biglietti di tutti gli spettacoli del Festival sono acquistabili su www.cervofestival.com.

Per il concerto del 24 agosto la biglietteria all’Oratorio di Santa Caterina sarà aperta dalle 19.30.

In ottemperanza alle nuove disposizioni governative (DL n° 105 del 23 luglio 2021), dal 6 agosto 2021 l’accesso agli spettacoli aperti al pubblico (incluso il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo) è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di:

– Certificazione verde Covid-19;

– attestato di vaccinazione di almeno una dose somministrata da almeno due settimane;

– risultato negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti

– oppure certificato di avvenuta guarigione da Covid-19 non anteriore a 6 mesi.

Il personale preposto, oltre alle certificazioni digitali o cartacee, chiederà anche l’esibizione di un documento di identità.

La certificazione non è richiesta per i bambini sotto i 12 anni e per i soggetti esentati con idonea certificazione medica.

Il Festival osserva scrupolosamente tutte le indicazioni per il contenimento della diffusione del coronavirus suggerite dalle autorità sanitarie.

Prima di entrare in sala gli spettatori, anche chi ha acquistato il proprio biglietto attraverso la prevendita online, devono registrarsi in un apposito registro presenze, che sarà conservato per due settimane.

La registrazione avverrà presso la biglietteria del Festival, presso l’Oratorio di Santa Caterina in Via Multedo.

Per semplificare le procedure di accreditamento degli spettatori, lo staff organizzativo richiede al pubblico di presentarsi al botteghino con la certificazione compilata e firmata, scaricabile dal sito web del Festival.

La compilazione dell’autocertificazione è richiesta anche agli spettatori che hanno acquistato i biglietti in prevendita.

Anche quest’anno, il servizio navetta per raggiungere i concerti del Festival di Cervo non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si potrà usufruire, comunque del posteggio gratuito in Via Steria, con ampia disponibilità di spazi.

Ulteriori informazioni

Il parcheggio è facilmente raggiungibile in auto e opportunamente segnalato.

Il percorso, a piedi, dal posteggio alla Piazza dei Corallini e all’Oratorio è di circa 15 minuti.